Pokémon Sole e Pokémon Luna Demo - Provato, benvenuto, Sun!

Un assaggio che ci fa capire cosa ci attende!

scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
3DS
Siete pronti all'avventura? Siete pronti all'avventura?

Ormai manca meno di un mese all'uscita di Pokemon Sole e Luna e finalmente Game Freak ha reso pubblica da alcuni giorni la demo di questo nuovo attesissimo capitolo, scaricabile direttamente dal Nintendo eShop. Tutti noi attendiamo con ansia di poter dare una sguardo piú da vicino alla nuova regione di Alola con tutte le sue novitá e questa demo ci ha fornito tanti piccoli elementi che, unitamente alla miriade di spoiler e anteprime che ci hanno tempestato, ci permettono di andare a tracciare un primo profilo di quanto Game Freak ha riservato a tutti gli appassionati dei mostriciattoli tascabili. Questa versione dimostrativa si rivela, infatti, un perfetto pacchetto mirato a presentarci tutte le novitá viste e discusse in questi mesi.

 

Alola, Sun!

La demo ci catapulta nella cittá di Hau'oli dove il nostro protagonista Sun, proveniente dalla regione di Kanto, si stabilisce insieme alla madre. Sbrigando le faccende dovute al cambio di residenza faremo la conoscenza di Hau che si offrirá di farci da guida in questo nuovo mondo. Durante il nostro tour saremo attaccati da due goffi individui facenti parte del team Skull che cercheranno di rubare i nostri Pokemon. Con il Greninja ricevuto, che altri non é che l’esemplare di proprietá di Ash visto nella serie animata. Non avremo difficoltá a sbarazzarci dei nostri avversari che, come tutti i componenti dei team nei precedenti giochi, se la daranno immediatamente a gambe levate.

 Il nuovo pokédex è molto diverso dagli altri!

Terminato il combattimento avremo il piacere di fare la conoscenza del professor Kukui che ci proporrà di recarci alla collina Diecicarati per affrontare una sfida. Una volta raggiunto il luogo riceveremo dal professore un esemplare di Pikachu e un Pokévisore con il quale dovremo fotografare e successivamente sfidare alcuni Pokemon di tipo drago nelle vicinanze fino a raggiungere il Pokemon dominante Hakamo-o, caratterizzato dalle maggiori dimensioni e dall’aura che aumenta le sue statistiche di combattimento. Terminata la contesa riceveremo il cerchio-Z e la relativa pietra che ci permetteranno di utilizzare la mossa Z tipo elettro di Pikachu, novitá assoluta di questa nuova generazione Pokémon. Questa breve demo terminerà proprio con la vittoria nei confronti del capo del team Skull Plumeria.

Davvero tantissime novità

Game Freak aveva promesso una vagonata di nuovi contenuti rispetto al recente passato e da quello che la demo ci ha fornito pare che le promesse siano state mantenute. Anche se ci sarà confermato o meno dalla versione completa, in uscita tra qualche mese sul Nintendo 3DSLa veste grafica del gioco risulta davvero piacevole e maggiormente curata grazie ai modelli poligonali notevolmente piú rifiniti; purtroppo come sempre la scarsa definizione dei display delle console della famiglia 3DS non ci permette di apprezzare al meglio l'ottimo lavoro di graphic design. La dinamicitá della visuale inoltre risulta davvero godibile, scalzando finalmente quel leggero senso di monotonia portato della telecamera fissa sugli assi.

Tra le novitá introdotte ritroviamo una nuova interfaccia sia in fase di avventura, molto piú chiara e meno dispersiva, sia in fase di combattimento; strizzando un occhio al settore del gaming competitivo avremo infatti la possibilitá di tenere sempre sotto controllo le statistiche dei Pokémon impegnati nella lotta, statistiche compresive anche degli effetti dei modificatori derivanti dalle mosse utilizzate in combattimento.

 Finalmente possiamo dire addio alle MN!

Oltre alla nota cancellazione delle macchine nascoste, accomunate alle macchine tecniche, potremo anche fare la conoscenza della nuovissima funzione di Poképassaggio che ci permetterá di salire in groppa ai nostri Pokémon e raggiungere zone che normalmente non potremmo raggiungere a piedi. Questi Pokemon non entreranno a far parte della squadra, ma potremo chiamarli a noi in caso di necessitá diventando i 'surrogati' delle vecchie ma non care MN che ci obbligavano a occupare slot in squadra con Pokemon spesso inutili ai nostri fini.

Tornate a trovarla ogni tanto

Se pensate di cancellare la demo una volta terminata siete completamente fuori strada. Ricaricando la versione dimostrativa, potrete infatti continuare la vostra esplorazione che vi darà modo di scroprire diversi contenuti aggiuntivi (alcuni basati su particolari eventi temporali) per accumulare nuove ricompense e osservare vari easter eggs.

Tutti gli oggetti ottenuti, cosí come il nostro fidato Greninja, potranno essere importati nella versione finale del gioco recandosi dal Prof. Kukui al centro Pokemon di Hau'oli tramite la versione demo; qualora siate in possesso sia della copia fisica che quella digitale, il trasferimento dará la precedenza alla versione fisica del gioco.

Ecco tutte le isole presenti nella regione! 

Se pur di scarsa durata, la demo ci ha fornito davvero tantissimi elementi che siamo sicuri contribuiranno a ridurre ulteriormente il vostro giá basso livello di pazienza. Il 23 Novembre si avvicina e se queste sono le premesse chissá quante saranno le novitá della versione definitiva.

Non ci resta quindi che armarci di nervi saldi e attendere l'uscita di questa nuova generazione di Pokemon che sembra promettere davvero i fuochi di artificio.

Luca Ansevini

Sistemista informatico e musicista, mastica videogiochi dai tempi di Sega Mega Drive e delle storiche Voodoo di 3dfx, passione che ha sempre coltivato negli anni prediligendo l’esperienza gaming del PC ma senza disdegnare tutte le piattaforme atte o adattabili a eseguire videogiochi. Il Lancer COG che svetta sulla sua postazione gaming certifica il tipo di esperienza videoludica preferita; è infatti un amante degli FPS sia in prima che in terza persona, senza disdegnare avventure horror e survival. Questa sua passione lo ha spinto ad avventurarsi nella sua esperienza da redattore oltre che nel mondo del video making qui su KingdomGame.it, esperienze in cui spera di migliorare sino a farne la sua professione. In realtà ci sarebbero anche quei piccoli mostriciattoli Nintendo dai quali, a quasi 30 anni, non riesce a staccarsi ma… Non ditelo a nessuno però eh?! In effetti un pochino si vergogna.