Warface: hands-on

Abbiamo partecipato alla closed beta di Warface! Questo è il nostro provato.

scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
PC
Ecco il free-to-play di Crytek! Ecco il free-to-play di Crytek!

 Abbiamo avuto la possibilità di provare Warface in Closed beta e di seguirlo durante il suo sviluppo. Ecco quindi il nostro hands-on!

"In un futuro quanto più prossimo, una forza spietata nota come Blackwood intende spazzare via le persone nella loro ricerca di profitto, e solo i Warface - un gruppo di personale ex-esercito d'elite – può fermarli. Combatti la minaccia Blackwood in modalità Co-op o schierati da entrambi i lati nella modalità Versus del gioco!"

Warface è un uno sparatutto in prima persona (FPS), Free to Play, sviluppato utilizzando il celebre Cry Engine.
Con Warface, Crytek, coglie l'occasione per presentare Gface, la nuova piattaforma social dedicata interamente a videogiochi e videogiocatori! Gface punta tutto su titoli Free-to-Play di qualità e che abbiano funzioni social per unire e connettere quanti più giocatori possibili.
Un'interessante novità sta nel fatto che Gface permette a titoli come Warface di girare sul proprio browser, senza dover fare alcuna installazione sul proprio dispositivo.

Adesso passiamo a parlare nel dettaglio del nuovo titolo di Crytek!
Come accennato, abbiamo seguito lo sviluppo fin dai primi giorni di Closed Beta e possiamo dire che il gioco ha letteralmente fatto passi da gigante.Il titolo ci dà la possibilità di poter scegliere 4 classi, abbastanza "classiche" per il genere. Queste sono: Assalto, Geniere, Medico e Cecchino.

Inizialmente, una volta avviato Warface, si era invitati a svolgere un tutorial completo, in cui venivano brevemente spiegate le funzioni base di ogni classe.
Dopo aver raccolto il feedback dei giocatori, con le ultime release rilasciate, si verrà gradualmente introdotti nel mondo di gioco, permettendo al gamer di ambientarsi prima di poter accedere a tutte le classi.
Approfondendo brevemente la questione: ad inizio gioco adesso si viene direttamente catapultati in un breve tutorial che spiega i comandi basilari della classe "Assalto". Finito il tutorial, si ottiene una piccola ricompensa in soldi virtuali da spendere nello shop online e la possibilità di scegliere il tipo di modalità a cui si intende giocare ma solo, al momento, utilizzando la classe Assalto.
Questa scelta di costringere la classe iniziale, che sia definitiva o no, potrebbe essere mirata a far ambientare il giocatore prima di farlo passare a classi più "complesse". In ogni caso, lo sblocco delle altre tre classi avviene in maniera decisamente rapida, visto che bisogna salire solamente di qualche livello.Finito quindi il tutorial iniziale, l'utente potrà scegliere se giocare in modalità "versus" competitiva contro altri giocatori reali, o optare per il PvE cooperativo scegliendo appunto le missioni "co-op".


Parlando della modalità Versus, Warface offre un gameplay frenetico classico che però riesce a discostarsi dagli altri sparatutto.
Si può quasi dire che si tratta di una sorta di Battlefield con mappe un po' più piccole, senza distruttibilità ambientale, ma con la frenesia di Call of Duty.
Le partite competitive sono una corsa all'obiettivo: ottenere il controllo della mappa, con la giusta collaborazione da parte del resto del team, può essere la carte vincente per portare la propria squadra alla vittoria.
Una nota, però, va fatta: giocando, è capitato più volte di trovarsi in situazioni irrecuperabili dove una squadra rimane completamente bloccata nello "spawn" mentre la squadra avversaria si diverte a non far uscire dallo spawn i propri, sfortunati nemici.
Oltre a questo, e sottolineando che si trattava di una closed beta, giocare di squadra ed avere almeno un compagno può essere cruciale.
Crytek con Warface punta tutto sull'interazione Giocatore-Giocatore, che stiate giocando in co-op o che siate alle prese con un match competitivo, un compagno vi potrà sempre tornare ultile per riuscire a superare determinati ostacoli o raggiungere postazioni rialzate, facendo una "scaletta" con il vostro compagno.

Ciò che personalmente ci ha coinvolto di più sono le missioni Co-op da affrontare insieme ad un gruppo di amici oppure con altri 4 giocatori, per un massimo di 5 giocatori connessi contemporaneamente in una singola missione.
Se nella parte versus del gioco è presente una nota dolente, qui, invece, va fatta una nota positiva: le missioni co-op sono rigiocabili e giornalmente vengono pubblicate nuove missioni.
Durante le missioni cooperative lasciare indietro i propri compagi, staccarsi dal gruppo, o agire individualmente, risulta facilmente letale.
Aiutando i membri della propria squadra si guadagnano dei punti, quindi staccarsi dal gruppo o ignorare un compagno in difficoltà risulta abbastanza sconveniente.
Per evitare di avere in squadra giocatori che non siano in grado di dare un vero contributo alla missione, Crytek ha pensato bene di dare l'accesso alle missioni più difficili solo se si sono completate prima quelle di una difficoltà più bassa, in modo che il giocatore sia già preparato a giocare di squadra.


Tecnicamente parlando...

Stiamo parlando di un titolo Crytek e soprattutto di un free-to-play, ma anche questa volta il team di sviluppo riesce a fornire al gioco un livello grafico molto appagante e che - per la gioia di molti - richiede poche risorse.
Abbiamo provato Warface su un PC con Intel Core i7 3770K a 4.5GHz e una GTX 680.
Il titolo F2P Crytek girava ad ultra in FULL HD ad un framerate davvero alto con un utilizzo di risorse minimo da parte della GPU. Questo significa che anche PC o Notebook di fascia media possono permettersi di far girare il titolo con dettagli alti se non massimi, mentre i sistemi più "datati" non dovrebbero comunque avere problemi a far girare il gioco a dettaglio medio.

Warface, con il suo sonoro, i suoi effetti e la sua grafica, dettagliata quanto leggera, si conferma all'altezza delle aspettative, pur considerando che non abbiamo avuto di modo di provare completamente il gioco.

 

Free 2 Play o Pay to Win?

Questa è una domanda a cui cercheremo di rispondere ogni qual volta si tratti di un titolo Free-to-play.

Durante la fase beta era presente un menu per acquistare dei crediti spendibili per armi, potenziamenti, personaggi o personalizzazioni per il proprio alter-ego.
Purtroppo però, lemicrotransazioni non sono state implementate durante la fase di beta e quindi trarre conclusioni al riguardo non è per nulla semplice.

Abbiamo potuto dare uno sguardo alle possibilità di acquisto e pagando, si potranno "affittare" delle armi per un tempo determinato da usare sia in partite co-op che in partite competitive. Quanto queste possano portare ad un effettivo vantaggio non è facilmente determinabile a causa delle microtransazioni non ancora implementate in fase beta.

Concludendo...

Warface è il nuovo Free-to-Play di casa Crytek. Tanta azione, tanta frenesia ma sopratutto tanto divertimento. Warface è un titolo che sentiamo vivamente di consigliare sia agli amanti del gioco competitivo, sia a chi adora cooperare con un proprio compagno. Se siete due amici a cui piace scorrazzare in giro e fare stragi di nemici, questo titolo può decisamente fare al caso vostro!

Il titolo è in arrivo su PC il 21 Ottobre, mentre la versione Xbox 360 è in attesa per il 2014.

Marco Cremona

Un vero Geek, grande fan di Halo nonché responsabile del 17K Group.
Appassionato del mondo PC, con una grande passione per i videogames e per la tecnologia!
Passo il mio tempo libero cercando sempre le ultime novità e tenendomi informato su tutti ciò che riguarda il mondo Geek, ma soprattutto... videogiocando!