HearthStone: Heroes of Warcraft - Provato

Abbiamo provato la beta di HearthStone: Heroes of Warcraft!

scritto da
Vota questo articolo
(10 Voti)
PC
giochiamo con le carte! giochiamo con le carte!

Quando una software house riesce a creare un'ambientazione coerente, interessante e soprattutto "viva" è sempre piacevole ritrovarsi immersi in esso grazie alla volontà degli sviluppatori di espandere la narrazione a nuovi esperimenti di gameplay che esulano dal concetto principale. Stiamo parlando, in questo caso, di Blizzard che col suo Warcraft, classe 1993, ha dato i natali ad un intero universo dalla forza e dalla complessità tale da ispirare decine e decine di progetti dalla svariata natura che l'hanno reso uno dei setting più amati dal grande pubblico dei videogiochi. Libri, fumetti, giochi di carte, MMO, giochi da tavolo sono solo alcuni dei prodotti derivanti dal fortunatissimo episodio pilota Warcraft: Orcs & Humans che, anche se vecchio oramai di ben vent'anni, continua ad attrarre l'attenzione di milioni di utenti in tutto il mondo al punto che, nel 2014, Blizzard continua a sviluppare titoli ambientati nell'affascinante Azeroth. E' il caso di HearthStone: Heroes of Warcraft, nuovissimo progetto free-to-play di Blizzard che ci porterà a vivere furiose battaglie tra le razze che hanno reso celebre il titolo dello studio statunitense con un gameplay strategico basato su un gioco di carte piacevole e profondo al punto giusto. In occasione dell'open beta del titolo lo abbiamo provato approfonditamente ed ecco le nostre impressioni.

Warcraft incontra Magic: The Gathering

A partire dall'avvio del client, Hearthstone mostrerà un' interfaccia pulita, coloratissima e soprattutto molto intuitiva e ci catapulterà in un ricco tutorial che ci introdurrà alle meccaniche di gioco spiegandone ogni aspetto in maniera approfondita e dettagliata. Dal punto di vista del gameplay, il titolo si rivela molto simile al celeberrimo Magic: The Gathering, massimo esponente del genere TCG da cui derivano molte delle meccaniche alla base di questo Heroes of Warcraft. Ogni giocatore sarà dotato del proprio deck costituito da creature qui chiamate "servitori" con dei propri parametri di attacco, costituzione ed effetti oltre a magie, armi, trappole etc. L'obiettivo principale sarà quello di neutralizzare le difese del nemico e consumarne i Punti Vita grazie ad una scelta enorme di carte completamente differenti tra loro, tutte molto equilibrate, che sarà possibile giocare pagandone il costo di mana evidenziato in alto. Le carte, per un totale di oltre 300, sono divise tra quelle utilizzabili da determinate classi di giocatori (con poteri specifici che contribuiscono a variare ulteriormente il gameplay) e quelle inseribili in qualsiasi mazzo.

Abbiamo apprezzato particolarmente la possibilità di costruire un mazzo partendo da zero e scegliendo singolarmente ogni carta da inserire nell'ottica della personalizzazione più totale del proprio stile di gioco. Proprio come accade in Magic, infatti, ciascuna creatura avrà i propri effetti nonchè un proprio costo variabile che sarà necessario considerare nel momento della creazione del deck in modo da renderlo abbastanza reattivo in ogni fase della partita.

Tre le modalità di gioco attualmente testabili: La modalità Pratica che consentirà di sbloccare altre classi oltre quella principale (la Maga Jaina già conosciuta dagli amanti di Warcraft), la modalità Standard che permette di sfidare un altro giocatore grazie ad un matchmaking snello e veloce e, infine, la modalità Arena in cui il giocatore sarà chiamato a creare un mazzo ad-hoc scegliendo tra una serie di carte proposte in maniera random dalla CPU per poi lanciarsi in una serie di sfide contro altri giocatori che ci faranno scalare le classifiche. Ottimo anche il modello di microtransizioni inserito nella formula per niente invasivo che permetterà ai giocatori di acquistare nuovi pacchetti da 5 carte (di cui una sicuramente rara) con soldi veri a solo 1,50€ oppure tramite la valuta di gioco guadagnabile grazie al completamento di determinate quest.

Le creature di Azeroth in tutto il loro splendore

L'elemento distintivo di questo HearthStone e quello che potrebbe davvero farlo emergere nell'affollato panorama moderno dei free-to-play, oltre ad un gameplay bilanciato e assuefacente, è sicuramente il peculiare stile grafico e il background di ciascun personaggio inserito nel gioco. Ogniqualvolta giocheremo una creatura o la manderemo all'attacco, infatti, essa prouncerà una frase predefinita che andrà a rendere ogni scontro il più "vivo" possibile così come i vari eroi che dialogheranno tra loro nelle varie fasi del combattimento. Abbiamo apprezzato tantissimo i vari campi di battaglia, tutti coloratissimi e piacevoli da vedere così come gli artwork delle varie carte presenti che non fanno rimpiangere quelli splendidi presenti nel gioco di Carte Collezionabili Magic: The Gathering.

Commento finale

Tirando le somme questo HearthStone: Heroes of Warcraft si configura come un esperimento interessantissimo da parte di Blizzard, dotato di un gameplay bilanciatissimo e variegato dalla quantità enorme di carte diverse disponibili. Un modello di business onesto e trasparente unito ad una caratterizzazione di eccelsa qualità dovrebbero garantirne un successo immediato e duraturo. Non vediamo l'ora di mettere le mani sulla versione completa del titolo. Restate con noi per una recensione più accurata e dettagliata al momento del rilascio del gioco.

Riccardo Cantù

Classe 1993, inizia la sua carriera videoludica su SNES nel 1998 e coltiva quest'hobby come passione primaria senza distinzione di genere o piattaforma. Grande appasionato di tutto ciò che sia collegato all'intrattenimento. In aggiunta al mondo dei videogiochi ama il cinema, i fumetti, la musica e la letteratura ( soprattutto Fantasy ).