Forza Motorsport 5: hands-on

Pronti a scendere in pista?

scritto da
Vota questo articolo
(8 Voti)
XONE
Il simulatore automobilistico di Turn10 arriva su Next-Gen Il simulatore automobilistico di Turn10 arriva su Next-Gen

In occasione della terza edizione della Games Week, evento videoludico italiano che dal 2011 si manifesta a Milano puntualmente ogni anno, abbiamo avuto modo di provare vari titoli Next-Gen. Oggi andremo ad analizzare più nello specifico l’ultima fatica di Turn10, ovvero Forza Motorsport 5, che sarà una delle esclusive Microsoft ad essere disponibile al lancio di Xbox One.

Pronti, Partenza, Via!

Nella demo giocabile sulle varie postazioni dello stand Xbox, era disponibile solo una gara fissa, la cui durata era di un solo giro e si gareggiava nel circuito di Laguna Seca. Potevamo scendere in pista scegliendo la nostra vettura tra le 4 disponibili che erano:

-  Una  Ford Focus RST

-  Una Ferrari F12 Berlinetta

-  Una Mclaren P1

-  Un’ Audi R15 da Competizione

Noi abbiamo gareggiato salendo a bordo dell’ Audi R15 da Competizione. La prima cosa che salta all’occhio è naturalmente il miglioramento grafico rispetto ai precedenti capitoli per Xbox 360, L’auto era talmente ben dettagliata che sembrava fosse vera. Appena fuori dai box e pronti per i semafori verdi, si nota  fin da subito un notevole miglioramento per quanto riguarda l’ambientazione esterna alla gara, come ad esempio un tecnico che appare per pochi secondi spostandosi dalla strada per l’imminente partenza della gara, o anche i molti dettagli per gli alberi,edifici o altro che sia al di fuori della strada del circuito.
L’auto non solo è molto curata esteticamente, ma anche al suo interno, usando l’apposita visuale, si potranno notare alcuni dettagli che rendono il tutto molto più realistico rispetto ai capitoli precedenti.

Gameplay, controller e danni!

Per quanto riguarda il gameplay, da quello che si è potuto provare è risultato tutto abbastanza fluido e si vede chiaramente che il gioco gira a 60 fps.
Un fattore molto interessante che invece riguarda il controller di Xbox One sono le vibrazioni, in quanto in base alla ruota dell’auto che toccherà i cordoli durante le curve a bordo della pista, sentiremo una vibrazione solo sulla parte sinistra del controller o solo sulla parte destra, rendendo la gara molto più coinvolgente.
Ma ora parliamo del sistema di difficoltà, potremo scegliere tra vari livelli che partono da “ facile “, fino ad arrivare al livello “ professionale “, dove gli aiuti per la guida saranno ben pochi, ma comunque come anche negli altri capitoli potremo creare un livello di difficoltà personalizzato scegliendo gli aiuti che vorremo in gara e quali invece no.
Nella demo  il sistema dei danni, per come la pensiamo noi, doveva essere ancora in corso di sviluppo, come del resto anche molti altri aspetti del gioco che sono ancora da rifinire prima del lancio. I danni alle macchine erano solo di tipo estetico, quindi se si urtava un pilota avversario veniva rovinata solamente la carrozzeria e la vernice, senza danneggiare in alcun modo le componenti interne dell’auto.
Durante quel giro di gara si è potuto notare anche l’intelligenza artificiale degli avversari. Anche se fino a difficoltà media risulterà abbastanza facile stare in prima posizione, gli avversari non staranno più uno dietro l’altro, ma cercheranno di sorpassare in qualsiasi momento.

Pronti a scendere in pista!

Forza Motorsport 5, sviluppato da Turn10 e pubblicato da Microsoft Studios, è di certo un’esclusiva da non sottovalutare, atteso per il 22 Novembre 2013 in concomitanza con il lancio di Xbox One. Naturalmente la demo non ci ha permesso di analizzare a fondo tutto il titolo, ma sarà fatto quando arriverà la nostra recensione.

Roberto Antoniello

 Un ragazzo appassionato di Videogames, informatica ( in particolare programmazione ed editing video), cosplay, modellismo e collezionismo, non dimentichiamoci del cinema.  Ascolta Rock  e metal ma soprattutto Rock. Ha iniziato la sua carriera video ludica  all’età di 5 anni nel 2001 con Halo combat Evolved, in avanti col tempo ha sempre preferito come generi:  Fps, Tps, survival Horror e strategia in tempo reale. Ha un particolare interesse verso l’universo di Halo, possedendo action figures, fumetti e chi più ne ha più c’è ne metta.