Hideo Kojima, per il suo primo titolo, punta a un successo Tripla A

Nè un semplice indie e neppure un film: la prima fatica della neonata Kojima Productions mira ai vertici del mercato videoludico

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
Che carini! Che carini!

Prima l'incontro con Norman Reedus, l'attore statunitense noto ai più come Daryl Dixon in The Walking Dead, poi il meeting con il regista messicano Guillermo del Toro: Hideo Kojima, a pochi mesi dalla nascita della Kojima Productions in collaborazione con Sony - che ha segnato il ritorno del producer nipponico nell'industria videoludica dopo l'amaro divorzio da Konami - ha deciso di puntare in alto. Lo sviluppatore giapponese ha dichiarato che il primo titolo del suo nuovo studio di sviluppo sarà una produzione Tripla A.

In un'intervista concessa ai colleghi di Polygon, Kojima ha delineato il futuro del suo studio e si è aperto alla stampa definendo le ambizioni sul suo nuovo progetto:

Pensavo che nel primo anno di attività avrei pubblicato un progetto indie, qualcosa di piccolo, un gioco o un film. Ma dopo aver parlato con i miei amici e aver visto i desideri dei fan, mi sono convinto che avrei dovuto lavorare a un videogioco di grandi dimensioni. Con Sony stiamo lavorando a un progetto che sarà una nuova IP. Ovviamente, non ho idea se diventerà una serie o no, ma voglio creare qualcosa che abbia un impatto talmente grande da far in modo che accada. Per impatto, intendo qualcosa che provenga da ciò che rendono unico un gioco, come i personaggi e il mondo. Questo impatto può condurre a qualcosa fuori dai videogiochi, come anime, manga e action figures. Qualcosa che possa espandersi facilmente. Sono stato fortunato a ricevere offerte da diverse persone, studi e publisher da tutto il mondo, ma conosco Sony da un tempo ormai. Loro rispettano quello che faccio, rispettano me. È stata solo una questione di fiducia.

Hideo Kojima e Guillermo del Toro, dopo essersi incontrati, sono stati ospiti al DICE Summit 2016 tenutosi ieri e hanno raccontato come le loro passioni per il cinema e i videogiochi li hanno spinti a collaborare per l'ormai compianto Silent Hills, progetto poi cancellato proprio in seguito all'allontanamento di Kojima da Konami. I due, però, hanno anche parlato di progetti futuri, dunque non ci resta che attendere per vedere finalmente questa eccezionale accoppiata al lavoro. E chissà che l'attesissimo Silent Hills, prima o poi, non veda davvero la luce...

Nel frattempo, godetevi Kojima e del Toro che si raccontano al DICE Summit 2016!

Sì, ma Silent Hills?
Gabriele Laurino

Sono Gabriele, ma chiamatemi pure Gabbo. Universitario, stagista radiofonico e aspirante giornalista. Appassionato ovviamente di videogames, ma anche di cinema, letteratura, serie tv, anime, manga e comics. I generi videoludici che amo di più sono i gdr, i picchiaduro, gli sportivi e i free roaming. Il mio videogioco preferito in assoluto è indubbiamente Kingdom Hearts. Il mio obiettivo, al momento, è farmi strada in questo settore, in modo da poter unire l'esperienza giornalistica alla passione per i videogames.