Vivendi continua la trattativa per l'acquisto di Gameloft

In seguito ai vantaggi percentuali di Vivendi, l'acquisto di Gameloft si avvicina sempre di più.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
Le trattative si fanno sempre più intense! Le trattative si fanno sempre più intense!

Vivendi, negli ultimi tempi, ha portato avanti una trattativa ostica e travagliata in merito all'acquisto di Gameloft, di cui avrebbe per ora acquistato la percentuale più grossa di azioni; questo dovrebbe permetterle di acquistare Gameloft più facilmente. Nell'ultima settimana, infatti, una delle società azioniste, Amber Capital, avrebbe offerto supporto a Vivendi e quest'ultima, essendo proprietaria di circa il 30% dell'azienda, starebbe per concludere la trattativa in via definitiva.

A quanto pare, però, Vivendi starebbe attivamente espandendo i propri orizzonti, e starebbe prendendo contatti anche con il gigante Ubisoft, avendo già acquistato in passato alcune sue azioni. In difesa, però, Ubisoft avrebbe cominciato ad espandere i suoi investimenti nel territorio canadese, per preservare la sua indipendenza dalla stessa Vivendi, inoltre, grazie agli ingenti incassi dovuti al recente titolo di successo The Division, dovrebbe riuscire a tenersi lontana da Vivendi per un bel po' di tempo.

Stando ad alcune statistiche, nel 2013 Activision si sarebbe staccata da Vivendi per 8 miliardi di dollari, mentre ora Vivendi, grazie alla vendita di azioni per il costo totale di 850 milioni, l'azienda varrebbe ad oggi 10 miliardi di dollari totali. Un prestigio economico non indifferente per l'azienda francese, che con i propri contatti con molti settori differenti continua ad avere ed è alla continua ricerca di un guadagno costante, anche rischiando e tentando di infiltrarsi in grandi società e prendendo contatti molto ambiziosi, espandendosi in continuazione.

Fonte: GameInformer.com

Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica