Pubblicato il diario di sviluppo per Robinson: The Journey

Crytek ci parla in prima persona di questo inedito titolo per la VR.

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
Il team di sviluppo ci parla della creazione del titolo! Il team di sviluppo ci parla della creazione del titolo!

Crytek ha di recente orientato le proprie visioni di sviluppo in direzioni molto diverse dal suo passato, puntando tantissimo sui titoli free-to-play ma soprattutto nel campo della Realtà Virtuale, essendo infatti attualmente al lavoro su titoli come The Climb, un titolo estremamente semplice e di puro testing per la piattaforma, e Robinson: The Journey, più narrativo e complesso, rispettivamente su Oculus Rift e PlayStation VR.

E' proprio di quest'ultimo titolo che andiamo a parlare in questa circostanza, grazie al recentissimo diario di sviluppo rilasciato dalla stessa Crytek, in cui vengono spiegate le fasi di ideazione e sviluppo del titolo come team. Giustamente, i ragazzi esordiscono parlando scherzosamente di come sia inusuale e difficile ideare, creare e sviluppare un titolo così diverso dai precedenti, ma mettendo anche in risalto come il concept del gioco, ovvero quello di metterci nei panni di un protagonista che esplora un mondo completamente nuovo, sia nato da tutto il team e sviluppato assieme durante il corso dello sviluppo. Continuando questo discorso, viene a galla anche come l'obiettivo di questa produzione sia proprio quello di creare un'esperienza coinvolgente e sorprendente, ma allo stesso tempo rilassante e di forte impatto visivo, proprio per sfruttare al meglio la piattaforma di sviluppo. Tutto ciò viene poi esteso alle creature presenti nel gioco, molto variegate e con comportamenti differenti, grandi, piccole, innocue e pericolose, per differenziare al meglio l'esperienza di gioco. Si parla poi della storia, che inizia un anno dopo l'arrivo burrascoso di Robinson in queste terre, permettendoci quindi di capire cosa è successo in precedenza attraverso ciò che il protagonista ha costruito e creato nel corso del tempo, osservando anche ciò che gli sta attorno, relegando quindi parte della narrazione agli elementi ambientali. Ad accompagnarci nell'avventura saranno due compagni: il primo sarà un piccolo robottino fluttuante chiamato Hex e che sarà anche parte integrante della storia, andando quindi a ricoprire un ruolo da vero e proprio co-protagonista. Il secondo, ma non meno importante, sarà un cucciolo di dinosauro, anch'esso di grande aiuto durante l'avventura, per esempio, nel ritrovamento di oggetti, e il team ha lavorato molto per caratterizzare al meglio il rapporto tra questi due personaggi così diversi tra loro. Il video si conclude sottolineando ancora una volta quanto questo sia un progetto importante per Crytek, proprio per la sua distanza dai progetti precedenti.

Ci crediamo anche noi, perché effettivamente puntare ad un concept così diverso rispetto al passato è un grande atto di coraggio, considerando anche il quasi-fallimento della software-house non molto tempo fa. Un'azienda che sta quindi cercando di re-inventarsi, di proporre una faccia nuova di sé stessa, liberandosi in maniera definitiva dalla sagoma di "sviluppatrice di Crysis", e ciò che si sta creando sembra invero parecchio interessante. L'esperienza dell'avventura in un mondo completamente nuovo si fonde molto bene con l'idea base della Realtà Virtuale (e il non casuale nome Robinson del protagonista è un ulteriore rimando a questo elemento) e la storia si potrebbe sviluppare in modi estremamente diversi e interessanti, creando non poca curiosità. Se Crytek se la gioca bene, potrebbe creare un piccolo gioiello per questa neonata piattaforma. Aspettiamo l'8 novembre per avere conferme (o smentite!).

Fonte: DualShockers.com

Il breve video esplicativo della progressiva creazione di questo titolo!
Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica