La Russia è disposta a pagare bene alcuni sviluppatori

Quelli che s'impegneranno a fare giochi patriottici

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
La Russia dice si ai giochi patriottici La Russia dice si ai giochi patriottici

Arseny Mironov, assistente del Ministro della Cultura Russo, è convinto che molti videogiochi abbiano dipinto la Russia come un paese diverso da quello che in realtà è, perciò le più alte cariche sono disposte a pagare bene, tutti quei sviluppatori che decideranno di creare giochi patriottici legati fortemente alla madrepatria.

 

"La prima cosa che ci aspettiamo dagli sviluppatori, è che riportino gli eventi realisticamente e con la massima attenzione alla storia autentica, evitando la creazione di un'immagine negativa per i soldati russi. Il gioco non dovrebbe solo essere divertente, ma dovrebbe anche migliorare le funzioni cognitive e promuovere l'educazione patriottica" ha spiegato Mironov. Il  primo gioco di questa politica di mercato dovrebbe uscire l'anno prossimo e come requisiti dev'essere sviluppato da una Software House Russa, promuovere la verità storica e naturalmente essere a favore della nazione in maniera esplicita.

Lorenzo Visicaro

Un sognatore spesso tra le nuvole con la passione di tutto quello che riguarda i videogiochi, i fumetti, gli anime e il cinema e tutto il mondo legato alla pop-art.