Ninja e Samurai per Assassin's Creed?

Dopo Victory il prossimo autunno, nel 2016 potremmo imbracciare katane e shuriken?

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Da Gerusalemme, poi Firenze e Venezia, passando per Roma, Istanbul, le colonie americane e i Caraibi, fino alla splendida Parigi. Il brand di Assassin's Creed ha sempre trovato il proprio punto di forza in ambientazioni affascinanti e suggestive. A pochi giorni dal debutto su console di nuova generazione di Assassin's Creed UnityUbisoft è uscita subito allo scoperto, annunciando il prossimo titolo previsto per l'autunno 2015: Assassin's Creed Victory, ambientato nella Londra vittoriana, come d'altronde suggerisce il sottotitolo. 

Tra i fan impazzano, tuttavia, teorie e supposizioni sulle prossime ambientazioni del titolo: l'utente dei forum ufficiali Ubisoft Cornik22 ha notato un interessante dettaglio sull'artbook di Assassin's Creed IV: Black Flag.

Come potete vedere, nella foto viene mostrato l'Abstergo ai giorni nostri con un collage di alcuni monumenti che abbiamo già visto e che vedremo: Santa Maria del Fiore per Assassin's Creed 2, Notre Dame per Assassin's Creed Unity e il Big Ben per Assassin's Creed Victory. Ma c'è un altro edificio che finora non abbiamo visto in nessun titolo della serie: a prima vista, sembrerebbe il Sensō-ji di Tokyo, un tempio collocato nella capitale giapponese. 

Che sia dunque il Giappone la prossima ambientazione dopo Victory, nell'autunno 2016? L'ipotesi non è da escludere. E a voi piacerebbe vedere un Assassino Ninja?

Gabriele Laurino

Sono Gabriele, ma chiamatemi pure Gabbo. Universitario, stagista radiofonico e aspirante giornalista. Appassionato ovviamente di videogames, ma anche di cinema, letteratura, serie tv, anime, manga e comics. I generi videoludici che amo di più sono i gdr, i picchiaduro, gli sportivi e i free roaming. Il mio videogioco preferito in assoluto è indubbiamente Kingdom Hearts. Il mio obiettivo, al momento, è farmi strada in questo settore, in modo da poter unire l'esperienza giornalistica alla passione per i videogames.