Lo sviluppo di Super Mario Run sarebbe in parte ispirato allo speedrunning

Shigeru Miyamoto ci parla più da vicino del nuovo titolo su mobile.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
MOBILE
Scopriamo una delle motivazioni principali legate allo sviluppo del gioco! Scopriamo una delle motivazioni principali legate allo sviluppo del gioco!

Super Mario Run è il primo titolo della serie con protagonista l'idraulico più famoso di sempre a fare il suo debutto su smartphone o tablet, primo evento nella storia dell'intera azienda, che imposta questo nuovo capitolo con una struttura da platform auto-runner, genere videoludico molto in voga in questo settore.

Nonostante questo elemento portante della struttura di gioco possa sembrare casuale o molto semplicemente legato al trend dei titoli di questo genere e su queste piattaforme, in realtà la vera ispirazione si nasconderebbe dietro un altro fenomeno di grande rilevanza. Ce ne parla Shigeru Miyamoto, producer del gioco e attuale presidente della Nintendo, dichiarando che ciò che maggiormente ha influito sulla creazione del gioco è lo speedrunning, quella disciplina videoludica che vede i giocatori tentare di portare a termine livelli di gioco o interi giochi nel minor tempo possibile, cosa per altro molto frequente nei giochi Nintendo (soprattutto Super Mario) e praticamente nata e cresciuta all'interno di questo contesto. E' interessante questa cosa, perché è evidente quanto l'attuale stato del gioco sia influenzato dall'osservazione in prima persona del mondo videoludico e la possibilità di plasmarlo attraverso ciò. Il titolo infatti sarà maggiormente improntato sul tempismo e la precisione con cui i giocatori effettueranno le azioni di gioco, proprio in maniera non dissimile allo speedrunning, ponendo probabilmente l'accento su un grado di sfida più alto rispetto alla media dei titoli di questa serie.

Di fatto, questa è una mossa ambivalente, perché sfrutta il successo di un determinato fenomeno ormai onnipresente da anni nel settore senza aver mai calato la sua notorietà, ma allo stesso tempo si amalgama molto bene con la tipologia di giochi più in voga su queste piattaforme e con la struttura platform più classica della serie. Probabilmente, si tratta di un titolo che farà felice gli appassionati volenterosi di affrontare l'esperienza di Super Mario su una piattaforma alternativa, fermo restando che Nintendo dia il giusto supporto al gioco e mantenga ciò che ha promesso, pur nella sua semplicità.

Fonte: Siliconera.com

Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica