Grand Theft Auto: San Andreas torna sotto i riflettori

L versione mobile arriverà a Dicembre

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
MOBILE
San Andreas ritorna sui dispositivi mobile San Andreas ritorna sui dispositivi mobile

Prima che GTA V ci portasse sui marciapiedi assolati e sulle superstrade cementificate dell’attuale Los Santos, ci fu Grand Theft Auto: San Andreas, il più vasto GTA dell’era PS2. Ora torniamo ai primi anni ’90 con CJ e la Grove Street Families grazie alla versione per dispositivi portatili che sarà disponibile dal prossimo mese.

La versione mobile di Grand Theft Auto: San Andreas è stata aggiornata e comprende Los Santos, San Fierro, Las Venturas e tutto ciò che c’è stato nel mezzo. La grafica è stata rivista e presenta ombreggiature dettagliate e dinamiche, una maggiore draw distance, una palette di colori arricchita, personaggi migliorati e modelli di auto abbelliti rendono questa versione, visivamente, ancora più bella.

Grand Theft Auto: San Andreas è caratterizzata inoltre da nuovi controlli touch che comprendono opzioni di controllo contestuali per visualizzare i pulsanti di comando solo quando è necessario e tre nuove combinazioni di controllo per guidare e manovrare, oltre a un rielaborato sistema di checkpoint per facilitare la progressione.  Il titolo per smartphones è inoltre dotato di un completo supporto che include il dispositivo Made for iOS per iOS7. Il suddetto sarà disponibile per selezionati dispositivi mobili iOS, Android, Amazon Kindle e Windows.

Nelle prossime settimane verranno rilasciati ulteriori dettagli quindi, restate sintonizzati per rimanere aggiornati.

Marco Ciullo

Non ha un genere preferito, gioca un po' a tutto perché deve essere il gioco ad "attirarlo". Fan della saga di God of War e Metal Gear Solid, ama anche i simulatori di guida, soprattutto Need for Speed per la sua ambientazione di gare illegali. In generale gli piacciono i giochi d'azione e avventura, mentre non ama particolarmente i JPRG ed RPG perché non ha voglia di perdere tempo ad allenarsi, infatti li trova noiosi e monotoni.