La petizione di Operation Decode supera le 50.000 firme

Un passo che potrebbe aiutare la localizzazione dei recenti giochi Digimon

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
3DS PS VITA
Bandai Namco non dichiara ancora nulla! Bandai Namco non dichiara ancora nulla!

Come ricorderete quasi un mese fa Bandai Namco dichiarò di essere a conoscenza della petizione della pagina Operation Decode, raccolta firme iniziata per far capire alla compagnia che in occidente l'interesse per i videogiochi dedicati ai Digimon è ancora vivo e vegeto. Durante questa occasione, il community manager della compagnia aggiunse che se la suddetta petizione avrebbe raggiunto le 50.000 firme si sarebbe potuto iniziare a pensare ad una localizzazione. Bene, dopo più di trenta giorni l'obiettivo è stato raggiunto e superato (anche se di poco).

Il team che ha dato il via alla petizione ha anche specificato che il nuovo obiettivo da raggiungere è stato aggiunto automaticamente dal sito e non ha nulla a che fare con Bandai Namco. Per ora la compagnia non ha ancora dichiarato nulla sul raggiungimento delle 50.000 firme, ma sicuramente non annuncerà nessuna localizzazione. E' molto probabile invece che vuole mettere alla prova il pubblico occidentale analizzando le vendite del nuovo Digimon All-Star Rumble, gioco annunciato qualche tempo fa che è il nuovo capitolo della serie Digimon Rumble.

Non possiamo che rimanere in attesa di novità quindi, aggiornandovi non appena ne sapremo di più a riguardo.

Francesco Giordano

Amante dei videogiochi da quando era bambino, ha iniziato la sua avventura con un Commodore 64. La sua prima esperienza nel mondo della redazione invece risale a qualche anno fa, saltando di sito in sito fino ad arrivare a Kingdomgame. I suoi generi preferiti sono i Giochi di Ruolo Giapponesi, Dungeon Crawler e di Avventura. Conosce anche qualche MMO, soprattutto quelli gratis, visto che non dovendo pagare se ne approfitta e, almeno per provare, li scarica. Pericolosissimi sono i giochi dove si possono creare personaggi, di solito tende a cancellare e iniziare nuovamente la partita per provare tutte le classi o altro, terminando tardi o proprio mai alcuni titoli.