Traguardo raggiunto: Nintendo 3DS non conosce crisi

La console portatile di Nintendo rispetta le previsioni iniziali e si prepara ad un nuovo anno di videogiochi

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
3DS
Promesse mantenute Promesse mantenute

Le vendite hardware delle console appartenenti alla famiglia Nintendo 3DS hanno raggiunto le 50,41 milioni di unità, mantenendo le previsioni stimate ad inizio anno fiscale. Nonostante i rallentamenti in corso d’opera causati dalla distanza nel rilascio di titoli chiave, la console sembra aver rispettato la "tabella di marcia" su tutti i mercati principali.

Pokémon X e Pokémon Y rilasciati ad ottobre 2013 in Giappone, oltre a Super Smash Bros. 3DS arrivato a settembre, sono stati quei titoli capaci di spingere ulteriormente le vendite del dispositivo, garantendo vendite costanti nel tempo e accrescendone la popolarità soprattutto nei mercati occidentali.

Dal punto di vista hardware, il vero incremento si è però notato con i due giochi dedicati ai Pokémon, lanciati insieme a Nintendo 2DS; una mossa che ha fatto registrare un netto slancio nelle vendite, permettendo alla casa madre di raggiungere i propri obiettivi. Discorso diverso invece per New Nintendo 3DS, arrivato sul mercato solo di recente in occidente, ma capace comunque di raggiungere una cifra vicina ai 335.000 dispositivi fra Stati Uniti ed Europa.

Ai dati di New Nintendo 3DS si affiancano anche quelli di The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D e Monster Hunter 4, due dei videogiochi più attesi dai consumatori, lanciati insieme alla nuova console lo scorso 13 febbraio. Attraverso i primi dati, questi hanno raggiunto in Occidente le 550 e 350 mila copie circa, rispettivamente, offrendo un quadro chiaro sulle potenzialità di vendita di cui gode la piattaforma.

Tuttavia, le vendite software sono state leggermente inferiori in Europa e Stati Uniti rispetto lo scorso anno. La causa, secondo Nintendo, è da imputare alla vendita hardware poco significativa in quest’ultimo periodo, un fattore piuttosto importante per poter raggiungere il massimo potenziale di vendita software.

La compatibilità di New Nintendo 3DS con gli Amiibo ed i nuovi software in sviluppo per la piattaforma dovrebbero garantire un ulteriore passo in avanti con le vendite, le quali però raggiungeranno molto difficilmente il successo ottenuto con la precedente console portatile, Nintendo DS.

Federico D'Aco

'Old-School' è il termine che più lo rappresenta. Amante dei vecchi classici per console e computer, ha un debole per i titoli e le piattaforme targate Nintendo, alle quale non riesce proprio a dire di no. Qualcuno fra gli amici più stretti afferma di averlo visto possedere e giocare con console targate SEGA, Sony e Microsoft, ma le prove non sono ancora state pubblicate.