Nvidia e il mancato supporto DX12 delle schede "Fermi"

Promesse non mantenute, o solo un rinvio causato dagli sviluppatori?

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC HARDWARE

Ogni generazione di schede video Nvidia prende il nome da uno scienziato storico come Fermi, studioso italiano di meccanica quantistica e nucleare, o il suo successore Kepler (Keplero), colui che scoprì il moto dei pianeti a fine '500, o per ultimo Maxwell, l'inventore della teoria moderna dell'elettromagnetismo. 
Ad ognuno di questi l'azienda dedica il nome in codice dei propri prodotti, Fermi, in questo caso, indica le schede GTX di serie 400 e la loro revisione basata sulla stessa architettura 500.

Sebbene questa generazione abbia alle spalle ormai 5 anni, all'uscita di Windows 10 e delle DirectX12 l'azienda californiana non mancò di confermare il supporto DX12 di tali schede, commentando con:

"For gamers, Windows 10’s DirectX 12 is the focus of attention, enabling the creation of new, more advanced visual effects, and higher performance in DirectX 12-optimized games. With the Game Ready driver, Maxwell and Kepler GPUs offer complete support for DirectX 12. Fermi-based GPUs will gain support for DirectX 12 titles later this year, around the arrival of the first wave of DirectX 12 content. And of course, we’ll be ready and waiting with Game Ready drivers to add performance optimizations, SLI profiles, and much, much more."

Ovvero

"Le GPU basate su architettura Fermi otterranno il supporto ai titoli DX12 successivamente, quest'anno, attorno all'arrivo dei primi prodotti facenti uso di questa teconolgia..."
Il 2015 è ormai finito, e ancora non sono stati pubblicati driver aggiornati su queste funzionalità per tali schede.

C'è da dire, però, che Nvidia promise l'arrivo dei driver contemporaneamente con i primi giochi in grado di sfruttarle, quindi è presto per puntare il dito contro l'azienda e il suo mancato supporto a prodotti "anziani" o accusare false promesse.

Francesco Mogavino

Abbandonate le console dopo aver consumato e distrutto ben tre PS1, sono ritornato su Xbox360 solo per la mia smodata passione per i JRPG.
Cerco ancora un gioco che possa darmi le emozioni di Final Fantasy VIII, divertirmi come un BulletStorm o appassionarmi come AudioSurf. Non cerco la perfezione nei giochi ma solo la capacità di trasmettere emozioni e divertimento.
La PC Master Race scorre forte in me, la passione e curiosità per il mondo dell'hardware è cresciuta a dismisura da quando me ne avvicinai molti anni fa grazie ad una rivista di giochi per pc.
E se il pc non regge i 60frame, è la fine.
Sono salito sulla nave Kingdomgame cogliendo l'opportunità di espandere e condividere la mia passione con la mia razza, i Gamers.