AOC presenta AGON: nuova lineup di monitor top di gamma.

Design accattivante e 4k ultrawide curvi inaugurano la nuova generazione di schermi AOC.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC HARDWARE

AOC è un’azienda che produce prevalentemente monitor di fascia medio alta e già mesi fa aveva annunciato un possibile schermo 4K a meno di 400$ lasciando tutti a bocca aperta e in attesa dell’effettivo rilascio sul mercato. Da questo giugno infatti, con la linea Agon, la casa ha intenzione di portare sul mercato ben 10 schermi con tipologia di pannelli diversi (tn e ips) spaziando dai 24” in formato 16/9 ai 35” 21/9. Tutti saranno disponibili in diverse risoluzione, in base ai nostri bisogni partendo dai classici 1080p, per poi passare ai QHD per finire con i tanto attesi 4k che porteranno il gaming su pc ad un altro livello.

La linea accattivante ricorda molto gli ultimi rog ed acer e combina anche alcune caratteristiche nate con alcuni benq come il supporto per le cuffie a lato e la base a tre punte nel caso si tratti del modello curvo.

Tutti quelli dotati di pannello TN avranno un tempo di risposta pari a 1ms con un refresh di 144Hz e sarà possibile regolare a piacimento l’altezza.  Inoltre sarà anche possiblile collegare una hub usb 3.0 al nostro pc così da poter decidere se lasciarle libere per hard disk esterni oppure utilizzarle per cuffie ed altre device.

AOC ha integrato le proprie tecnologie come il “Flicker Free”, “no imput lag” e “shadow control”. Queste personalizzazione software non precludono la combinazione del g-synch proprietario di Nvidia o del freesynch nel caso usassimo schede amd.

Purtroppo al momento non ci sono informazioni sui prezzi, ma si presume che si aggirino attorno ai 400€ in su.

 

Simone Andreini

Cresciuto a pane e Sony (ps1/2/3 Psp e ps vita) sono approdato sul mondo del pc gaming e me ne sono innamorato. Un pc non è degno di quel nome se non è eccessivamente potente, altrimenti è un computer da ufficio, soprattutto se non ha almeno un paio di led!
amante di quasi tutti i generi videoludici a parte gli mmorpg di impianto fantasy.