SEGA annuncia Warhammer 40000: Dawn of War III

Il gioco fonderà insieme tutti i migliori pregi dei due capitoli passati

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC
Un'attesa insostenibile Un'attesa insostenibile

Nel corso della giornata odierna, Relic Entertainment e SEGA Europe hanno ufficialmente annunciato l'atteso Warhammer 40.000: Dawn of War III, terzo capitolo del famoso franchise di strategia in tempo reale che ha conquistato milioni di videogiocatori su PC. Stephen MacDonald, Executive Producer del titolo, ha dichiarato:

"Questo è il Dawn of War che i fan stavano aspettando. Le nostre più grandi unità di sempre? Ci sono. Laser orbitali giganti? Ci sono. Base-building, eroi epici, enormi battaglie, c’è tutto qui. Preparati al più grande Dawn of War di sempre. Per l’Imperatore!"

Qui di seguito potete inoltre leggere il comunicato ufficiale rilasciato dalla software house:

"Dawn of War III immerge i giocatori nella brutalità crescente di una guerra galattica, dove potranno condurre un’ unità di eroi d’elite e degli eserciti colossali fino alla vittoria, o all'oblio. Potenti guerrieri si ergeranno tra le linee durante gli assalti e faranno tremare il campo di battaglia, in un incredibile spettacolo degno dell’iconico universo di Warhammer 40,000 di Games Workshop.

Basandosi su 12 anni di gameplay esplosivo, Dawn of War III combina la scala epica di Dawn of War, con la personalizzazione e l’elite di eroi di Dawn of War II. Il risultato è un’edizione imperdibile che offre ai giocatori una ricca esperienza strategica, una grafica mozzafiato e delle catastrofiche sorprese che ci si può aspettare da Relic che ha portato il franchise nell'era moderna.

Con episodi rilasciati precedentemente rispetto all'acquisizione di Relic nel 2013, Dawn of War III sarà un punto di riferimento nelle uscite di Relic: il suo primo titolo principale prodotto interamente come studio di proprietà di SEGA."

Luca Di Carlo

Sono un grande amante di videogiochi, cartoni animati, fumetti e dolci che preferisce passare la giornata a videogiocare piuttosto che a studiare per i corsi d'esame all'università; essendo anche un grande casanova, ho scoperto il mio primo vero amore dopo aver attaccato la spina della mia Playstation 1 alla corrente.