Annunciato Scorn, un nuovo survival horror

Una nuova disturbante IP di casa Ebb Software è stata annunciata.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC
Un nuovo survival horror si fa largo nell'industria indipendente! Un nuovo survival horror si fa largo nell'industria indipendente!

Dal mondo dell'industria indipendente arriva un ennesimo annuncio davvero potente: la software-house Ebb Software è al lavoro su un nuovissimo survival horror in prima persona chiamato Scorn, di cui possiamo già vedere un teaser trailer di grande effetto e dei concept art di gioco, come visibile nella galleria qui sotto.

Il gioco sarà, come detto, un'esperienza in prima persona con possibilità di shooting e di puzzle solving, in cui le ambientazioni e le creature presenti cercheranno di confondere il nostro viaggio. Ciò che vedremo sarà assolutamente imprevedibile, alcune creature cercheranno di ucciderci mentre altre a malapena ci considereranno e la storia avverrà completamente in-game senza intermezzi filmati, inoltre non ci sarà alcun aiuto o agevolazione da parte del gioco stesso nel caso in cui si perdano elementi importanti della narrazione o del contesto. Ljubomir Peklar, lo sviluppatore di Ebb Software, parla chiaro: "Stiamo cercando di creare qualcosa di destabilizzante e che vi farà riflettere sulle idee e tematiche del gioco a lungo dopo la sua fine."

Le ambientazioni del gioco sono completamente disegnate a mano, segno di un grande piglio artistico applicato a questo promettente titolo, e saranno generate proceduralmente, mentre la storia verrà narrata in maniera non-lineare.

Il gioco, per chi vuole supportarlo, è già presente su Steam Greenlight e verrà rilasciato nel corse del 2017, venendo rilasciato in due parti per gestire meglio i costi di sviluppo; la prima parte sarà denominata Dasein. Che dire, un progetto molto particolare e inusuale, che attrae l'attenzione per il suo concept disturbante e viscerale. Quello che ci viene mostrato è una costruzione visiva in bilico tra l'immaginario di Clive Barker e la crudezza della carne del grande David Cronenberg, condita da un'atmosfera derelitta, quasi Lovecraftiana, cupa, triste e senza speranza. Un viaggio surreale, suggestivo ma agghiacciante negli inferi, nella carne e nelle viscere dell'uomo, una storia quasi frammentata, come un Dark Souls o ancora meglio un Pasto Nudo (ricollegandoci di nuovo alla filosofia del regista canadese). A me ha incuriosito da morire, speriamo che ne esca fuori un titolo provocatorio, riflessivo e spaventoso per il suo modo di affrontare certe tematiche.

Un trailer disturbante e decadente!
Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica