Si apre oggi la campagna Kickstarter per un titolo tutto italiano: That Day We Left

Un nuovo titolo di casa Inner Void Interactive arriva su Steam Greenlight e Kickstarter.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC
Un gioco potenzialmente forte e originale nelle tematiche! Un gioco potenzialmente forte e originale nelle tematiche!

Siamo felici di annunciarvi nella giornata di oggi l'inizio della raccolta fondi per la produzione di un titolo da tenere assolutamente d'occhio, dal nome That Day We Left, sviluppato da un team interamente italiano, Inner Void Interactive. Da osservare per tutta una serie di motivi che andremo ad analizzare in questo articolo dedicatogli.

Partiamo con quelle che sono le tematiche principali, tanto potenti ed originali per il settore videoludico quanto di tremenda e triste attualità: il fulcro centrale infatti è la realtà cruda della vita dei rifugiati di guerra e nello specifico intepreteremo Rashid, un padre di famiglia che cerca di trovare rifugio in Europa e scappare dagli orrori del proprio paese. Il titolo inoltre, prendendo spunto dalla precedente opera di Inner Void, ICY, si concentrerà sull'utilizzo di scelte morali che renderanno la storia ancora più potente ed intrigante e che, secondo gli sviluppatori, non prenderà parti alcune evitando ogni tipo di moralismo.

Parlando del gameplay, data la sua natura cruda e pericolosa si concentrerà particolarmente sugli elementi survival del gioco che si uniranno a quello dell'avventura, che rappresenterà il viaggio della famiglia di Rashid verso un luogo di pace e serenità. 

Capiamo quindi come un titolo di questa portata, soprattutto se sviluppato da italiani, sia un progetto molto ambizioso e che attira sicuramente l'attenzione e incuriosisce per la sua natura forte e provocatoria. Il titolo deve comunque ancora crescere ed è disponibile su Steam Greenlight e Kickstarter per il crowdfunding del gioco (accessibile a questo link) che punta a raggiungere i 20.000 Euro di budget; inoltre è già disponibile un alpha del gioco scaricabile da GameJolt, Itch.io e IndieDB, se siete curiosi di sperimentare questo titolo sviluppato da nostri conterranei. Inutile dire quanto sia atteso anche dal sottoscritto questo interessante progetto e quanto sia speranzoso nella buona riuscita dello stesso, in quanto sarà curioso e riflessivo vedere come queste tematiche dal forte impatto psicologico possano essere trattate anche nel mondo videoludico per far assurgere il mezzo sempre di più a qualcosa di ben oltre il semplice videogioco.

Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica