Il team indipendente The Outsiders presenta un nuovo progetto survival horror

Gli ex-sviluppatori di Battlefield sono al lavoro con un titolo promettente.

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PC
L'orrore si fa vichingo, in questo nuovo gioco! L'orrore si fa vichingo, in questo nuovo gioco!

Da ormai più di un anno a questa parte, abbiamo assistito alla nascita di un nuovo studio di sviluppo da parte di alcuni lavoratori di rilievo nell'industria videoludica, un piccolo e coraggioso gruppo fondato da ex-sviluppatori coinvolti nella serie di Battlefield e nelle file di DICE, di nome The Outsiders, un nome decisamente di forte rimando alla scelta compiuta da questi ragazzi.

E' arrivato quindi il tempo di dare sfogo a queste menti creative di spessore, grazie alla presentazione di un nuovo progetto. Si tratta di un survival horror molto particolare, di nome Project Wight, che si presenta in un'ambientazione paradossalmente inusuale per questo genere; un video gameplay rilasciato in concomitanza con l'annuncio, infatti, ci mostra un setting di epoca vichinga in cui gli umani convivono le proprie terre con una specie vivente quasi estinta. La cosa interessante, in questo video diviso in due parti ben distinte, è che saremo proprio noi ad interpretare questa specie decaduta, che ci viene presentata come una specie animale che vive costantemente nell'ombra del terrore umano. Le carte in tavola però non saranno sempre così scontate, in quanto se inizialmente possiamo vedere un cucciolo di questa specie in fuga ed in perenne pericolo di morte, costretto quindi a sopravvivere e cercare di non farsi scoprire, dall'altra potremo interpretare un esemplare adulto, forte e dalla violenza inaudita, capace di uccidere e decimare un intero gruppo di persone con le proprie fauci. Ciò che incuriosisce quindi di questo titolo è la sua doppia natura fortemente antitetica, che va dalla sopravvivenza più pura, con probabili fasi stealth abbinate ad un oculato studio dei movimenti ed una forte componente di tensione, al combattimento più brutale, che si distingue per le sue molteplici possibilità: potremo eseguire violente esecuzioni, letteralmente planare sui nemici, allontanarli e stordirli con il nostro ruggito e contrattaccare alle loro avanzate armate. Infine, sorprende tantissimo il comparto tecnico, che riconferma la capacità di questi sviluppatori nell'approccio con motori di gioco anche minori rispetto ad un Frostbite (questo gioco è sviluppato con Unity), grazie anche ad un'estetica che riprende fedelmente le oscure e rocciose ambientazioni del tempo, annoverando anche un uso portentoso dell'illuminazione, degli effetti particellari, della cura nei dettagli e dell'impianto sonoro, di grande effetto.

Nonostante si sia visto relativamente poco, si tratta comunque di un sunto molto esaustivo della natura di questo gioco e dei suoi maggiori componenti, che potrebbero potenzialmente andare a comporre un'opera originale, ambiziosa, che rompa completamente i canoni prestabiliti del genere, andando a creare qualcosa di davvero nuovo, dal contesto alla struttura di gioco. Resterà sicuramente da capire come la varia natura dei diversi elementi in gioco verrà collimata al fine di creare un'esperienza coesa e ben fatta, ma le premesse, come di consueto, sono molto promettenti. Aspettiamo di sapere qualcosa di più su questo progetto, assolutamente da tenere d'occhio.

Fonte: GameInformer.com

Il gameplay di presentazione di questo interessante titolo!
Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica