Inner Chains: arrivano i primi giudizi dal web

Il primo gioco di Telepath's Tree non riscuote il successo: ad un'estetica fantastica non si affiancano altri elementi di spicco.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC

Inner Chains non è stato molto pubblicizzato e non ha fatto parlare di sé molto, ma c'era una certa curiosità verso questo titolo: in primis l'ispirazione artistica molto intrigante, il mondo gotico e morente in cui non è facile capire cosa è meccanico da cosa non lo è, una fuga verso l'ultima speranza per gettarsi questo orrore alle spalle; questi sono sicuramente dei presupposti interessanti, altro elemento che incuriosiva era il team di sviluppo, Telepath's Tree, un nuovo studio di sviluppo in cui sono confluiti diversi addetti ai lavori provenienti da studi ben noti al grande pubblico come CD Projekt Red, Platige Image, People Can Fly e Epic Games, tutti nomi importanti insomma.

Disponibile da due giorni il gioco però non ha riscontrato il favore di pubblico e critica. Sulla pagina di Steam, dov'è acquistabile al prezzo scontato di 18 euro circa, dell'ottantina di recensioni degli utenti, più di cinquanta sono negative. Il gioco sembra avere gravi mancanze tecniche, bug, crash, hitbox ambientali sballate, un gunplay poco ispirato e un IA da rivedere,

Sembra davvero strano considerata la straordinaria qualità grafica del titolo, ispirata, cupa e tenebrosa, in grado di regalare scorci davvero suggestivi e macabri. Il colpo d'occhio è sicuramente uno dei punti di forza, su questo concordano in molti, ma avrebbero anche preferito vederlo affiancato da altri elementi di gioco altrettanto riusciti.

 

Inner Chains è disponibile per Pc e sono previste anche le versioni Playstation 4 e Xbox One in un prossimo futuro.

Lorenzo Gaetani

Un amante del Fantasy in tutte le sue sfumature, all'inizio coltivata attraverso la lettura, poi i primi computer, i primi giochi e la passione per questo nuovo mezzo narrativo. Inizia a macinare ore di gioco con classici come Aladdin, Diablo 2 e l’immortale Age of Empires 2. Arrivano altre piattaforme e altri videogiochi, ma i generi preferiti sono sempre gli RPG, adorando letteralmente, titoli recenti che hanno unito al fantasy classico le atmosfere cupe di Lovecraft come Darkest Dungeon e Dark Souls Saga.