Tecnologia NVIDIA GRID alla base del servizio di Playcast

Oltre 50 titoli già disponibili nelle TV dei possessori del set-top box "Bbox Sensation"

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC HARDWARE
Tutta la potenza dei server con tecnologia NVIDIA GRID Tutta la potenza dei server con tecnologia NVIDIA GRID

Arriva oggi l'annuncio da parte di NVIDIA che il servizio di cloud gaming Playcast si basa su tecnologia NVIDIA GRID. Offerto a tutti propri clienti dall'operatore francese Bouygues Telecom, questo servizio è disponibile per i possessori del set-top box "Bbox Sensation" con oltre 50 titoli disponibili, tra cui contenuti di publisher come Ubisoft, 2K, THQ, Warner Bros e molti altri.

Dirette ed essenziali sono state le affermazioni di Franck Abihssira, amministratore dei servizi fissi e della divisione contenuti, di Bouygues Telecom:
NVIDIA e Playcast mettono a disposizione dei nostri clienti broadband un sistema per il cloud-gaming scalabile e ad alte performance. Bouygues Telecom offre servizi innovativi per il gaming che assicurano agli oltre 1,5 milioni di sottoscrittori un'esperienza incredibile.

Phil Eisler, general manager of cloud gaming di NVIDIA, ha inoltre aggiunto:
Il servizio di cloud gaming Bbox pone Bouygues Telecom all'avanguardia in fatto di tecnologie per il gaming. Lo streaming dei giochi è il modo più semplice per giocare su qualsiasi dispositivo e rappresenta il futuro di come si giocherà."

Il servizio di server basati sulla tecnologia NVIDIA GRID permettono alte performance e gestiscono il servizio di cloud gaming utilizzando il software Playcast per lo streaming dei contenuti dai data center di Bouygues Telecom.
Lo stesso CEO di playcast, Guy de Beer, ha infine affermato:
I giochi Bbox hanno offerto centinaia di migliaia di ore di gioco a partire dal lancio dello scorso anno. L'espansione del sistema con l'hardware NVIDIA GRID ci permetterà di essere pronti per il picco di utilizzo che si verificherà durante le vacanze natalizie e in vista della crescita prevista per il prossimo anno."

Davide Passafaro