Un contest indie anni 80: Speccy Jam 2014

Alla riscoperta dello ZX Spectrum, anche grazie a team italiani!

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PC

Si è appena conclusa la Speccy Jam 2014, contest annuale, arrivato alla seconda edizione, nel quale gli sviluppatori indipendenti si cimentano nella creazione di un gioco in stile Sinclair ZX Spectrum. Si tratta di un vecchio computer, rivale del Commodore 64 (parliamo dei ruggenti inizi degli anni 80), in parte graficamente limitato rispetto alle prestazioni del più famoso antagonista commerciale, ma indubbiamente ben ottimizzato e venduto a prezzi abbordabilissimi. Insomma un macchinario storico e di grande successo, che è riuscito a rivivere proprio grazie a questa simpatica Game Jam

La lista dei giochi completi deve essere ancora presentata (qui potrete vedere i 22 partecipanti del 2013), ma interesserà sapere che quest'anno anche alcuni italiani si sono voluti cimentare nell'impresa. Segnaliamo in particolare:

  • Blacksmith (Noctua Lab): Si tratta di un rapido gestionale nel quale ci ritroveremo ad impersonificare il Fabbro, figura sempre bistrattata nelle epopee fantasy di ogni genere. Al comando della nostra fucina, con l'aiuto di minion ed altre risorse, dovremo far si che l'attività sia sempre prolifica. Ottimo l'approccio grafico. 
  • Moon, Year 2156 (dsoft20): Un'avventura ambientata sulla base militare della Luna, che prende dei risvolti horror efficaci. Grande dettaglio di narrazione e di impatto visivo, per un prodotto di qualità, visti anche i mezzi a disposizione.
  • Avoid ZX (48th Studio): Una riedizione di Avoid-Sensory Overload, gioco nel quale, al comando di una navicella, dovremo correre più veloce possibile, evitando gli ostacoli e facendoci aiutare dai vari power up. Un arcade semplice e lineare, ma ben implementato con le dinamiche dello Spectrum.
Lorenzo Quadrini

Videogiocatore incallito, recensionista e bloggatore. Contattatemi quando e come volete per chiacchierate videoludiche e non.