AMD Fury e nuovi benchmark gaming e prezzo per la 980Ti

Ritorna la denominazione Fury per le schede video "toste", mentre la 980Ti non si limita al nome ma attacca con le prestazioni in-game

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PC HARDWARE
La lotta continua.. La lotta continua..

Ebbene si, non avete letto male, il marchio Fury ritorna dopo ben 15 anni! Utilizzato per l'ultima volta da ATI nel finire dello scorso millennio, è il nome scelto da AMD per denominare la propria scheda "Anti-Titan" che ci ha accompagnato fino ad oggi tra immagini leaked e teaser vari, vale a dire la tanto aspettata GPU con memorie HBM, form factor compatto e dissipatore AIO integrato.

Il resto della gamma sarà completamente un rebrand con alcuni piccoli accorgimenti atti a migliorare le prestazioni, ad esempio nella R9 290X troveremo ben 8GB di memoria, ad una frequenza di 6ghz contro gli attuali 5ghz della 290X e una bandwidth aumento a  384GB/s contro 320GB/s.

D'altro canto la rete parla di Nvidia riguardo ad un probabile e realistico prezzo della 980Ti, grazie ad una immagine scovata dai ragazzi del sito wcfftech, riportante i prezzi delle proposte di EVGA, attestando il prezzo attorno agli 800 dollari, probabilmente il cambio sarà 1:1 e da noi la si vedrà a ben 800€, scontrandosi con il probabile prezzo della AMD Fury di cui abbiamo parlato poco fa.


Inoltre il sito hwbattle.com ha pubblicato numerosi benchmark della nuova Ti, nei quali possiamo notare che la nuova scheda di Nvidia si pone appena sotto la sua flagship Titan X.

Francesco Mogavino

Abbandonate le console dopo aver consumato e distrutto ben tre PS1, sono ritornato su Xbox360 solo per la mia smodata passione per i JRPG.
Cerco ancora un gioco che possa darmi le emozioni di Final Fantasy VIII, divertirmi come un BulletStorm o appassionarmi come AudioSurf. Non cerco la perfezione nei giochi ma solo la capacità di trasmettere emozioni e divertimento.
La PC Master Race scorre forte in me, la passione e curiosità per il mondo dell'hardware è cresciuta a dismisura da quando me ne avvicinai molti anni fa grazie ad una rivista di giochi per pc.
E se il pc non regge i 60frame, è la fine.
Sono salito sulla nave Kingdomgame cogliendo l'opportunità di espandere e condividere la mia passione con la mia razza, i Gamers.