MSI presenta le nuove schede madri della linea "Gaming"

Abbandonata la denominazione Gaming 3/5/7/9 copiata dalla concorrenza, MSI presenta due nuove schede madri, di cui una dal nome abbastanza curioso e che non scende a compromessi!

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PC HARDWARE

Nella prima giornata del Computex, MSI svela al pubblico due nuove schede madri della linea Gaming, per altrettanti socket diversi.
La prima è la nuova MSI Z170A-G45, dotata di socket 1151, pensata per i prossimi processori di casa Intel basati su architettura Skylake.
Essa presenta tre linee PCI-Express 3.0 a x16, capaci di supportare fino a due schede in SLI o CrossFire, una alimentazione della cpu a 10 fasi, quattro slot per memorie DDR4 in dual channel, due slot per SSD in formato M.2, sei porte Sata3, un chip ethernet Killer E2205 e una scheda audio integrata ad 8 canali con componentistica di qualità e separata dal resto dei componenti per ridurre le interferenze.

La seconda scheda presentata è basata sul chipset X99 di Intel e prende il nome di X99A-GODLIKE Gaming (già, è proprio questo il nome scelto).
Questa scheda è senza ombra di dubbio una top di gamma, grazie alla presenza di ben 12 fasi di alimentazione per il socket 2011, cinque connettori PCI-Express 3.0 capaci di supportare fino a 4 schede in SLI o Crossfire, uno slot  da 32gb/s, due porte ethernet, una scheda audio integrata con un amplificatore da 600ohm, una scheda wireless 802.11ac Killer ACK e porte USB 3.1 Type C.
Come ciliegina sulla torta, è fornita da una parziale copertura EMI che protegge da interferenze elettrostatiche gran parte del PCB anteriore (in modo simile a quanto fa Asus sulle proprie schede TUF).



Prezzi e disponibilità non sono stati ancora resi noti.

Francesco Mogavino

Abbandonate le console dopo aver consumato e distrutto ben tre PS1, sono ritornato su Xbox360 solo per la mia smodata passione per i JRPG.
Cerco ancora un gioco che possa darmi le emozioni di Final Fantasy VIII, divertirmi come un BulletStorm o appassionarmi come AudioSurf. Non cerco la perfezione nei giochi ma solo la capacità di trasmettere emozioni e divertimento.
La PC Master Race scorre forte in me, la passione e curiosità per il mondo dell'hardware è cresciuta a dismisura da quando me ne avvicinai molti anni fa grazie ad una rivista di giochi per pc.
E se il pc non regge i 60frame, è la fine.
Sono salito sulla nave Kingdomgame cogliendo l'opportunità di espandere e condividere la mia passione con la mia razza, i Gamers.