Reborn, un nuovo action RPG per PS4 e PS3

scritto da
Vota questo articolo
(4 Voti)
PS4 PS3
Il logo di questo nuovo action RPG Il logo di questo nuovo action RPG

Acttil, società di Los Angeles fomata da ex-dipendenti di NIS America, ha collaborato con la software house Elemental Labs per sviluppare un action RPG per PlayStation 4 e PlayStation 3, basato principalmente sull’uso delle armi, chiamato Reborn.

Il titolo è stato in sviluppo negli ultimi nove mesi presso il garage del CEO di Elemental Labs, ovvero Franz Tissera. Reborn è basato sul motore grafico Unreal Engine e mira a “soddisfare quella parte da eroe presente in tutti noi, il tutto mentre cerca di catturare la magia, l’immaginazione, la profondità e la nostalgia dei giochi di ruolo classici che ci hanno accompagnato durante la crescita,” questo secondo Tissera.

Elemental Labs cercherà di accumulare 150,000 dollari in finanziamento per il progetto attraverso una campagna Kickstarter che verrà lanciata la prossima settimana, il tutto per garantire anche il rilascio del gioco in forma digitale per l’autunno 2014.

Principalmente il gioco è  un action RPG di ispirazione fantascientifica, il combattimneto sarà in tempo reale (come un vero action) mentre la profondità sarà quella dei giochi di ruolo tradizionali. Tra questi avremo l’esperienza e il livellamento, diverse classi di personaggi, bottini e contenuti scaricabili (al raggiungimento di obiettivi avanzati nella campagna Kickstarter). “Il gioco prende luogo a Neo.Tokyo del 2188 e il protagonista sarà una versione futuristica del famoso spadaccino giapponese Musashi Miyamoto.

Di seguito i dettagli completi per quanto riguarda la storia, dettagli sul gameplay ed una prima ricca gallery contenete artwork dei personaggi, armi e  luoghi.

Storia

Neo-Tokyo è avvolta nella menzogna e nella corruzione. Un muro invalicabile si erge tra i ricchi ed i poveri, come Rena Nakano, cyborg e presidente della Nexus Roku Corporation, società che porta il paese nell’oscurità. Porduce potenziamenti per essere umani, promettendo in cambio una vita più facile. Ma, grazie all’integrazione di un chip nei loro pazienti, la Nexus Roku riesce ad alterare i modelli di comportamento della società, rendendo Rena Nakano l’uomo più potente e con il maggior controllo sulla società.

Sigillato il demone Tengu Sojobo, Rena Nakano è alla ricerca di un’antica perla, nella speranza che dopo la liberazione di Sojobo, gli concederà l’immortalità come ricompensa. All’interno di questa turbolente e malsana società, un manipolo di improbabili eroi si trovano ad innalzare una resistenza contro l’avidità di Rena Nakano e salvare il mondo da Sojobo.

Basato sulla figura reale dello spadaccino giapponese, Musashi Miyamoto conduce questo gruppo attraverso una trama brulicante di inganno, violenza, amore, tradimento e sacrificio in un contesto ispirato alla “lore” tradizione giapponese. Ricca di temi filosofici e tanto testo a schermo, Reborn ci propone una domanda: “cosa è la libertà senza il libero arbitrio?


Feature del gioco

  • Combattimento 3D in tempo reale, basato sull’uso massiccio delle armi con combo, attacchi speciali e interazione con l’ambiente;
  • Elementi RPG: ricerca e equipaggiamento di una grande varietà di oggetti, sistema di sviluppo che permette al giocatore di scegliere nuove competenze  e potenziamenti;
  • Setting unico di un Giappone che combina la natura più pura alla tecnologia più moderna;
  • Gioco prettamente orientato alla storia, con una fusione dei personaggi e dell’ambiente coinvolgente ed impressionate;
  • Reborn è dotato di quattro distinti pilastri su cui poggia il gameplay: combattimento, stealth, sviluppo e percezione sociale

Domenico De Martino

Nel mondo dell’editoria digitale praticamente da sempre, cresce a pane e news per poi espandere i propri confini con recensioni, anteprime, speciali e rubriche. Gioca fin dalla tenera età ma solo con il tempo etichetta il mondo del gaming e della tecnologia ad arte, nel senso più stretto del termine. Non disdegna le console Microsoft e Nintendo ma la Sony avrà sempre un posto speciale per lui. Con gli anni si da anche al PC Gaming che ad oggi reputa il essenziale. Amante degli Adventure e degli Sparatutto, ha un occhio di riguardo anche per RPG in stile giapponese, gli Action e ultimi, ma non ultimi, gli Indie Games. La sua parola preferita è “Epico”.