Server dedicati su tutte le piattaforme con Call of Duty: Ghosts

Lo conferma l'Executive Producer della serie attraverso un 'Tweet'

scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
PS3 PS4 XBOX 360 XONE WII U PC
Un artwork del nuovo Call of Duty: Ghosts Un artwork del nuovo Call of Duty: Ghosts

Mark Rubin, Produttore Esecutivo di Call of Duty: Ghosts, ha confermato la presenza di server dedicati per i match online su tutte le piattaforme da gioco, sia che esse appartengano alla current gen, che alla next gen.

Quello che era ad appannaggio esclusivo del mondo PC, è divenuto ora una features per tutti e non un'esclusiva Xbox One come trapelato alla Gamescom di agosto.

"Update sulla connettività online di Ghosts: voglio dare un rapido aggiornamento su una parte del lavoro che è stato fatto per migliorare l'esperienza on-line di tutti. Abbiamo già mensionato i server dedicati, come parte del piano globale per migliorare la connettività. Con Ghosts, i server dedicati saranno utilizzati sull'attuale generazione [di console], sulla Next Gen e PC. E, al fine di assicurarsi che le persone godano della migliore esperienza possibile indipendentemente dalla piattaforma, la posizione o il collegamento, Ghosts utilizzerà un sistema ibrido di server dedicati e server in ascolto. Quindi, non importa dove ti trovi, il gioco cercherà sempre di offrirti le migliori performance online. C'è anche una nuova tecnologia nel sistema di matchmaking capace di mettere i giocatori in partite che hanno le migliori prestazioni combinate in connettività. Queste sono solo alcune delle cose che stiamo proponendo in Call of Duty: Ghosts per offrire ai giocatori una grande esperienza online. Non vedo l'ora di vedervi tutti in linea. "

Ha detto Mark Rubin attraverso TwitLonger, un servizio di terzi capace di integrarsi in Twitter, confermando la possibilità di usufruire di un servizio migliore a tutti i futuri acquirenti del nuovo Call of Duty: Ghosts, sviluppato da Infinity Ward.

Federico D'Aco

'Old-School' è il termine che più lo rappresenta. Amante dei vecchi classici per console e computer, ha un debole per i titoli e le piattaforme targate Nintendo, alle quale non riesce proprio a dire di no. Qualcuno fra gli amici più stretti afferma di averlo visto possedere e giocare con console targate SEGA, Sony e Microsoft, ma le prove non sono ancora state pubblicate.