Il designer Akihiko Yoshida lascia Square Enix

Scrive anche una lettera di addio nell'art book dedicato a Bravely Default

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
3DS PS3 PS4 PC
Un addio confermato Un addio confermato

Uno dei designer più famosi di Square Enix ha deciso di lasciare la compagnia, stiamo parlando di Akihiko Yoshida, che ha anche lasciato una sorta di "lettera di addio" nell'art book dedicato a uno dei suoi ultimi progetti, ovvero Bravely Default: For the Sequel. Yoshida ha dato il suo aiuto come designer a molti prodotti della compagnia da quando ne è entrato a far parte, ovvero dal 1995.

Tactics Ogre, Final Fantasy Tactics, Bravely Default e Final Fantasy XIV: A Realm Reborn sono solo alcuni dei titoli su cui ha lavorato. Nell'art book chiamato "The Art of Bravely" è presente una sua lettera dove si può leggere:

"questo è un mio messaggio personale, ma vorrei ringraziarvi per tutto il supporto che mi avete dato in questi 18 anni. Anche se ho deciso di lasciare Square Enix credo che le relazioni con la compagnia continueranno. E fino a quando sarò necessario [ride] continuerò a lavorare sulla serie di Bravely Default. Grazie ancora per il continuo supporto."

L'ultima frase è rassicurante, visto che proprio ieri è stato svelato il nuovo capitolo della serie, ovvero Bravely Second. Non ci resta che salutarvi con l'immagine di questa sua lettera che potete trovare in calce all'articolo come sempre.

Francesco Giordano

Amante dei videogiochi da quando era bambino, ha iniziato la sua avventura con un Commodore 64. La sua prima esperienza nel mondo della redazione invece risale a qualche anno fa, saltando di sito in sito fino ad arrivare a Kingdomgame. I suoi generi preferiti sono i Giochi di Ruolo Giapponesi, Dungeon Crawler e di Avventura. Conosce anche qualche MMO, soprattutto quelli gratis, visto che non dovendo pagare se ne approfitta e, almeno per provare, li scarica. Pericolosissimi sono i giochi dove si possono creare personaggi, di solito tende a cancellare e iniziare nuovamente la partita per provare tutte le classi o altro, terminando tardi o proprio mai alcuni titoli.