Katsura Hashino parla di Persona 5

Nell'official Persona magazine il director del gioco ci parla di quello che dobbiamo aspettarci dal nuovo capitolo

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PS3
Traduzione in inglese grazie a Pepsiman! Traduzione in inglese grazie a Pepsiman!

Nell'ultimo numero dell'official Persona magazine il director del quinto capitolo della serie, Katsura Hashino, ha rilasciato alcune dichiarazioni per quanto riguarda Persona 5, esclusiva in arrivo per PlayStation 3 nel 2015 in occidente (in Giappone verso la fine del 2014). Le quattro pagine sono state tradotte in inglese dal freelancer conosciuto come Pepsiman (potete trovare il suo sito qui), che ringraziamo per aver reso tutto comprensibile. Hashino ha subito parlato del tema del gioco, ribadendo che al giorno d'oggi sono molte le persone che non sono felici della propria vita, che si sentono in un certo modo imprigionate.

E Persona 5 vuole dare proprio a questi individui un senso di libertà che non possono ottenere altrove e in nessun modo. Si è anche parlato del colore, in Persona 3 quello principale era il blu, per il quarto capitolo il giallo, mentre adesso si è puntato sul rosso. A quanto pare non c'è un significato dietro questo colore, o almeno non è stato dichiarato nulla in questo senso. Hashino ha anche dichiarato che coloro che hanno giocato a Persona 3 e 4 non avranno difficoltà con questo nuovo capitolo, anche se, diversamente dal passato, vuole puntare la narrazione su un tema specifico.

L'ultima parte è dedicata alle similitudini con i vecchi capitoli, il director del gioco ha dichiarato che il team cerca sempre di mettere sotto una nuova luce tutti i vari aspetti dei vecchi capitoli. Non ci resta che salutarvi quindi, aggiornandovi in caso di novità su Persona 5.

Francesco Giordano

Amante dei videogiochi da quando era bambino, ha iniziato la sua avventura con un Commodore 64. La sua prima esperienza nel mondo della redazione invece risale a qualche anno fa, saltando di sito in sito fino ad arrivare a Kingdomgame. I suoi generi preferiti sono i Giochi di Ruolo Giapponesi, Dungeon Crawler e di Avventura. Conosce anche qualche MMO, soprattutto quelli gratis, visto che non dovendo pagare se ne approfitta e, almeno per provare, li scarica. Pericolosissimi sono i giochi dove si possono creare personaggi, di solito tende a cancellare e iniziare nuovamente la partita per provare tutte le classi o altro, terminando tardi o proprio mai alcuni titoli.