La serie di Darksiders è ancora in vita

Lo dichiara su Facebook Joe Madureira, il designer della serie

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC PS3 PS4 XBOX 360 XONE WII U
Nordic Games vuole continuare la serie! Nordic Games vuole continuare la serie!

Dopo l'acquisizione da parte di Nordic Games, non ci sono state molte informazioni sul futuro della serie di Darksiders, sviluppata da Vigil Games e pubblicata in passato dall'ormai chiusa THQ. Ma un recente aggiornamento fa ben sperare i fan, infatti il designer ufficiale della serie, ovvero Joe Madureira, ha dichiarato tramite un post sul social network Facebook che Darksiders non è ancora morto. Anzi, sembra che presto ci saranno anche delle novità per quanto riguarda il franchise, che potrebbe arrivare qualche annuncio durante l'E3 di quest'anno? A quanto pare questa ipotesi non è tanto da scartare, ma ovviamente per ora non ci sono conferme.

"Darksiders non è morto! Il nuovo proprietario, Nordic Games, sembra molto impegnato per far continuare la serie. Per quanto riguarda il mio coinvolgimento, per ora non posso dire nulla. Speriamo di poter annunciare qualcosa sul franchise presto!" ecco le parole che ha scritto Madureira, rispondendo ad alcune domande sulle sorti della serie. Non ci resta che salutarvi per il momento, aggiornandovi in caso di novità sull'universo di Darksiders.

Francesco Giordano

Amante dei videogiochi da quando era bambino, ha iniziato la sua avventura con un Commodore 64. La sua prima esperienza nel mondo della redazione invece risale a qualche anno fa, saltando di sito in sito fino ad arrivare a Kingdomgame. I suoi generi preferiti sono i Giochi di Ruolo Giapponesi, Dungeon Crawler e di Avventura. Conosce anche qualche MMO, soprattutto quelli gratis, visto che non dovendo pagare se ne approfitta e, almeno per provare, li scarica. Pericolosissimi sono i giochi dove si possono creare personaggi, di solito tende a cancellare e iniziare nuovamente la partita per provare tutte le classi o altro, terminando tardi o proprio mai alcuni titoli.