Atari si dedicherà al mondo hardware in futuro

Lo svela il CEO della compagnia aggiungendo che la situazione sta cambiando

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC PS3 PS4 XBOX 360 XONE WII U 3DS PS VITA
Arriveranno presto notizie in merito? Arriveranno presto notizie in merito?

Come ricorderete in passato Atari, famosissima compagnia che segnò per diversi motivi i primi anni dell'industria videoludica, finì in bancarotta, ma per fortuna riuscì a siglare un accordo per dare il via ad un piano triennale che l'avrebbe aiutata ad uscire da questa situazione. E dopo quasi cinque mesi dall'accaduto, il CEO della compagnia, Frederic Chesnais, svela qualche dettaglio in più sulla situazione attuale di Atari, dichiarando al sito GamesBeat che per ora tutto sta andando a gonfie vele.

"oggi ci ritroviamo davanti ad una compagnia che è fuori dalla bancarotta e ci sono dieci persone che lavorano sul modello di studio-produzione. Poniamo molta attenzione su tre punti: le IP, la produzione e la distribuzione.". Chesnais ha poi spiegato i piani futuri della compagnia, aggiungendo che "Atari più che un brand software, diventerà un brand dedicato all'hardware." ma ha poi subito tenuto a precisare che questo non vuol dire che stanno lavorando ad una nuova console, ha infatti dichiarato che "non sto parlando di una nuova console ma, facciamo un esempio, un orologio. Un orologio orientato sul mondo dei videogiochi. Ovviamente non è quello che faremo, ma sarà qualcosa di simile.".

Ha poi offerto un secondo esempio di prodotto che Atari potrebbe sviluppare "facciamo l'esempio di una giacca. Ma non una normale, ma una con un'entrata per caricare il cellulare. Sulla spalla della giacca sarà presente un chip solare, così il vostro smartphone non sarà mai a corto di batteria.". Ha poi concluso che probabilmente le persone sarebbero interessate ad acquistare prodotti del genere da Atari.

Non ci resta che salutarvi per il momento, in caso di novità sulla compagnia ovviamente non mancheremo di aggiornarvi!

Francesco Giordano

Amante dei videogiochi da quando era bambino, ha iniziato la sua avventura con un Commodore 64. La sua prima esperienza nel mondo della redazione invece risale a qualche anno fa, saltando di sito in sito fino ad arrivare a Kingdomgame. I suoi generi preferiti sono i Giochi di Ruolo Giapponesi, Dungeon Crawler e di Avventura. Conosce anche qualche MMO, soprattutto quelli gratis, visto che non dovendo pagare se ne approfitta e, almeno per provare, li scarica. Pericolosissimi sono i giochi dove si possono creare personaggi, di solito tende a cancellare e iniziare nuovamente la partita per provare tutte le classi o altro, terminando tardi o proprio mai alcuni titoli.