Disney cancella ufficialmente Disney Infinity

Chiude anche Avalanche Software, al cui interno lavoravano circa 300 dipendenti

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
WII U PS4 XONE PC
Davvero un brutto colpo Davvero un brutto colpo

Nel corso della giornata odierna, Disney ha ufficialmente annunciato la cancellazione totale del brand Disney Infinity e la chiusura dello studio di sviluppo Avalanche Software. Jimmy Pitaro, il chairman of consumer products and interactive media della multinazionale, ha dichiarato in un comunicato ufficiale che da adesso la società si approccerà al mercato console solo attraverso la vendita di licenze. Qui di seguito potete leggere quanto dichiarato:

"Purtroppo, abbiamo dovuto prendere la difficile decisione di interrompere la produzione di Disney Infinity. Fin dall'inizio, Disney Infinity è stato costruito per voi, i nostri fan, e vogliamo prenderci questo momento per ringraziarvi non solo per il vostro supporto negli anni, ma anche per la community che ha reso Infinity più che un gioco. Qual è il futuro per Disney Infinity? Abbiamo ancora in arrivo le due ultime release per i negozi, con tre nuovi personaggi da Alice Attraverso lo Specchio in arrivo questo mese, e il set di Alla ricerca di Dory in arrivo a giugno."

La società ha fatto sapere che la chiusura di Avalanche Software, decisione presa a seguito dei risultati finanziari dell'ultimo anno fiscale che hanno messo in evidenza i risultati negativi derivati proprio da Infinity, comporterà la perdita di circa trecento posti di lavoro. La cancellazione del brand produrrà inoltre ingenti perdite per un totale di ben 147 milioni di dollari per Disney, la quale dovrà infatti ritirare dal mercato tutte le copie e i giocattoli legati al marchio rimasti invenduti.

Luca Di Carlo

Sono un grande amante di videogiochi, cartoni animati, fumetti e dolci che preferisce passare la giornata a videogiocare piuttosto che a studiare per i corsi d'esame all'università; essendo anche un grande casanova, ho scoperto il mio primo vero amore dopo aver attaccato la spina della mia Playstation 1 alla corrente.