Capcom decide di cambiare strategia dopo i risultati di Street Fighter V

Il pubblico non ha gradito i metodi di sviluppo adottati da Capcom per il suo atteso picchiaduro

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PC PS4
Quando il pubblico si ribella... Quando il pubblico si ribella...

Nel corso dell'ultima riunione con gli azionisti, il CEO di Capcom ha affermato che la compagnia cambierà radicalmente metodo di produzione e sviluppo per i suoi prossimi prodotti. La decisione è stata presa a seguito delle forte critiche ricevuti sia a livello di critica che di pubblico per Street Fighter V, nuovo capitolo del famoso brand picchiaduro che non è riuscito a conquistarsi le attenzioni del pubblico a causa dei risicati contenuti presenti all'interno del gioco. Kenzo Tsujimoto si è definito fortemente deluso per i risultati ottenuti con Street Fighter v, pari a sole 1.4 milioni di copie distribuite, e le aspre critiche ricevute dal pubblico hanno convinto la società a cambiare interamente metodo di sviluppo. Insomma, questa è la dimostrazione di come i videogiocatori possano avere ancora molto potere all'interno dell'industria videoludica. Qui di seguito potete leggere quanto dichiarato da Tsujimoto:

"Ritengo sia meglio spendere più tempo nello sviluppo e proporre un gioco di alta qualità che sia in grado sin da subito di ottenere migliori risultati di pubblico e critica. Per esempio, alcuni aspetti di Street Fighter V avrebbero avuto bisogno di più tempo e avremmo dovuto curare di più i contenuti, nonché assicurarci di avere una valida infrastruttura online al lancio. Per questo motivo, pensiamo che sia meglio dare più tempo ai team di sviluppo rispetto a quanto abbiamo fatto in passato e abbiamo già modificato in parte il nostro processo di produzione. Un cambiamento del genere ci obbligherà ad attendere di più per vedere dei profitti ma è l'unica strada da percorrere per rafforzare i nostri brand, unica vera forza della società."

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che Street Fighter V è attualmente disponibile su Playstation 4 e PC.

Luca Di Carlo

Sono un grande amante di videogiochi, cartoni animati, fumetti e dolci che preferisce passare la giornata a videogiocare piuttosto che a studiare per i corsi d'esame all'università; essendo anche un grande casanova, ho scoperto il mio primo vero amore dopo aver attaccato la spina della mia Playstation 1 alla corrente.