Kit Harington interpreterà il villain di Call of Duty: Infinite Warfare

Uno degli attori più noti nel mondo televisivo contemporaneo sarà presente nel nuovo gioco di casa Infinity Ward.

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PS4 XONE PC
Un volto noto comparirà nel nuovo FPS di Infinity Ward! Un volto noto comparirà nel nuovo FPS di Infinity Ward!

La serie di Call of Duty è ormai diventata un fenomeno di culto negli ultimi 10 anni di videogiochi e nonostante le critiche da parte di molti videogiocatori continua a riscuotere un successo grandioso, cercando di toccare atmosfere ed ambientazioni sempre differenti, dalla Seconda Guerra Mondiale ai giorni nostri, passando per l'ultima digressione futuristica. E' questo il caso dell'ultimo titolo di casa Infinity Ward, Call of Duty: Infinite Warfare, che continua la consuetudine intrapresa con il precedente Advanced Warfare, che figurava un volto famoso ad interpretare il cattivo della trama principale; passiamo quindi da Kevin Spacey ad un altro attore, Kit Harington, noto per interpretare il ruolo di Jon Snow nella serie TV Game of Thrones e aver avuto il ruolo di co-protagonista nel film Testament of Youth. L'attore è già visibile in azione nella pagina Facebook ufficiale di Call of Duty, in un video che riprende la fase di motion capture.

Non solo, per innalzare i valori produttivi del titolo gli sviluppatori hanno anche lavorato con il regista Guy Ritchie (Snatch, Lock & Stock, The Man from U.N.C.L.E.), che aveva già lavorato per il franchise girando il trailer live-action Surprise per Call of Duty: Black Ops II, un trailer ironico, carismatico e in pieno stile Ritchie nel suo essere iper-cinetico e senza respiro.

Taylor Kurosaki, ex-dipendente Naughty Dog e ora direttore narrativo di Infinite Warfare, ha dichiarato: "Kit è un grande talento ed un grande professionista. La nostra storia narra uno scontro epico tra due fazioni opposte e Kit si è immerso totalmente nel ruolo del nemico, reincarnando perfettamente la fazione di cui fa parte, il Settlement Defense Front. Non vediamo l'ora di mostrarlo nell'interpretazione di un ruolo completamente nuovo per lui e per i fan.

Dave Stohl, capo del team di Infinity Ward, aggiunge, in merito al coinvolgimento di Ritchie all'interno del progetto: "Guy Ritchie è molto legato al franchise, quindi è stato grandioso tornare a lavorare con lui; ci ha dato un grosso aiuto nello sviluppo del personaggio di Kit Harington nel gioco e sviluppare questo ruolo in tutte le sue sfaccettature è stato fondamentale per noi. Siamo contentissimi della performance di Kit e non vediamo l'ora di mostrarla al pubblico. Ci stiamo concentrando maggiormente nella costruzione di personaggi ben caratterizzati e una storia coinvolgente e quest'opportunità ci ha offerto una grande possibilità in questo senso."

Infine, le parole entusiaste di Tim Ellis, il capo dell'ufficio marketing di Activision: "Poter unire in un unico progetto così tanti talenti è la dimostrazione della volontà del team di sviluppo nel voler creare una narrazione forte per il franchise. Ogni anno, ci poniamo l'obiettivo di creare esperienze coinvolgenti e immersive, di grande impatto emotivo per i nostri fan."

Tutte le figure più importanti dietro a questo progetto si sono espresse in maniera davvero coinvolta e molto entusiasta e gli intenti di questo nuovo titolo sono ben chiari: mantenere quel livello di spettacolarità tipica del cinema hollywoodiano con budget altissimi e livelli produttivi altrettanto consistenti per creare esperienze travolgenti. Sicuramente un biglietto da visita che non farà apprezzare o cambiare idea ai detrattori, ma che i fan più radicati ameranno di sicuro. Interessante comunque la digressione di Dave Stohl in merito al comparto narrativo e la volontà di concentrarsi su storie di maggior spessore: che sia finalmente un cambiamento in positivo per questo franchise, dopo la buona storia già offerta in Black Ops II e non più ripetuta? Staremo a vedere quando uscirà il titolo il 4 novembre per PlayStation 4, Xbox One e PC.

Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica