Sony: Crash Bandicoot è finalmente tornato!

Crash è stato finalmente annunciato, tra clamore e grandi aspettative.

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PS4
Sì, è proprio lui! Sì, è proprio lui!

E' arrivato il momento che tantissimi stavano aspettando. Alcuni lo sospettavano, altri non lo volevano per paura di rimanere delusi, ma è arrivato. Un nuovo annuncio su Crash Bandicoot è stato fatto. Infatti, il nostro amichevole e storico eroe creato dalla Naughty Dog ritornerà per certo in futuro con una remastered dei primi 3 capitoli (Crash Bandicoot, Cortex Strikes Back e Warped) che riporteranno finalmente in vita la saga dopo tanti anni di stop, in seguito ad un accordo raggiunto tra Sony e Activision. Una notizia incredibile che Sony si è ovviamente riservata per e ultime battute della conferenza e che ha fatto felici tantissimi videogiocatori, dai più vecchi ai più giovani.

Oltre a questo è stato aggiunto che Crash sarà presente anche nel nuovo Skylanders: Imaginators, il nuovo capitolo della serie di Toys for Bob, in cui viene anche mostrato come sarà possibile disegnare e dare vita al proprio personaggio direttamente nel gioco. Il titolo sarà disponibile da ottobre 2016 per iOS, PC, Nintendo 3DS, OS X, PlayStation 3, PlayStation 4, Wii, Wii U, Xbox 360 e Xbox One.

Forse Sony anche qui l'ha fatta giusta: probabilmente una remastered è l'unico modo per riportare in auge la saga di Crash senza snaturarla o sminuirne il valore più di come abbiano fatto gli ultimi anni di Activision, in quanto non solo permetterà ai giocatori di rigustarsi una vecchia gloria dei tempi andati, ma anche ai giocatori più giovani e meno esperti di recuperare una pietra miliare del gaming contemporaneo. Un'altra mossa andata a segno di questa conferenza e un dignitoso tentativo di svecchiare un'IP importantissima.

Crash Bandicoot nel trailer di Skylanders!
Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica