Yoshida parla degli errori commessi con No Man's Sky

Yoshida comprende le richieste di rimborso mosse dai videogiocatori

scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
PS4 PC
Tante promesse, poca sostanza Tante promesse, poca sostanza

No Man's Sky è ormai giunto nei negozi e, a fronte di una campagna marketing di non poco conto, i videogiocatori si sono ritrovati a non apprezzare il titolo. Tra i tanti che denunciano colpe a destra e a manca, tra feature promesse mai arrivate, costo dell'opera fin troppo elevato, hype generale immotivato e quant'altro, anche Yoshida stesso, presidente di Sony Worldwide Studios, ha voluto esprimere la sua opinione a riguardo, dichiarando:

"Ho avuto l’opportunità di giocare a No Man’s Sky poco prima del lancio e l'ho rincominciato al lancio del gioco con la patch day one. In questo modo ho potuto vedere la lotta degli sviluppatori per avere il prodotto che desideravano. Posso capire alcune delle critiche che sta ricevendo Sean Murray ed il suo team perché sembrava che nel titolo ci sarebbero state più caratteristiche già dal primo giorno. Non c’è stata una grande strategia di PR, perché Murray non aveva un addetto PR ad aiutarlo; alla fine si stratta di uno sviluppatore indipendente. Il loro obiettivo è continuare a lavorare su No Man’s Sky e non vedo l’ora di continuare a giocarlo"

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che No Man's Sky è attualmente disponibile su Playstation 4 e PC.

Luca Di Carlo

Sono un grande amante di videogiochi, cartoni animati, fumetti e dolci che preferisce passare la giornata a videogiocare piuttosto che a studiare per i corsi d'esame all'università; essendo anche un grande casanova, ho scoperto il mio primo vero amore dopo aver attaccato la spina della mia Playstation 1 alla corrente.