For Honor non avrà la possibilità di giocare in split-screen

Ubisoft ha deciso di dare priorità ad altri elementi della produzione.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PS4 XONE PC
Non sarà più presente la cooperativa sulla stessa piattaforma! Non sarà più presente la cooperativa sulla stessa piattaforma!

For Honor sta continuando imperterrito il suo sviluppo, dopo aver mostrato alcuni video esplicativi di ciò che sarà l'esperienza di gioco e aver dato un'idea ai giocatori della sua struttura generale, sia nel comparto online, ovvero quello su cui questa produzione punta maggiormente, che per quanto riguarda l'offline, grazie alla notizia di una campagna completa a supportare la produzione.

Proprio il comparto offline è legato alle ultime dichiarazioni di Ubisoft rispetto al titolo, che ha spiegato attraverso le parole del producer Stephanie Cardin la necessità di tagliare fuori dal titolo la modalità split-screen, nonostante la scelta iniziale di integrarla nella produzione: "Abbiamo deciso proprio nel corso di questa settimana di eliminare lo split-screen. E' una caratteristica che amavamo, ma capendo cosa serivisse per supportare al meglio la cooperativa online, era fondamentale per noi prendere una decisione al fine di rifinire al meglio l'intera esperienza di gioco."  Dopo questa dichiarazione, è arrivata anche Ubisoft stessa a confermare quanto detto da Cardin, rilasciando questa dichiarazione: "Il team di For Honor ha preso la difficile decisione di tagliare la componente cooperativa in schermo condiviso per portare ai giocatori la miglior esperienza al lancio. Nonostante ciò, rimarrà comunque la possibilità di giocare con i propri amici online sia nel multiplayer che nella campagna principale."

Insomma, una dichiarazione diretta e decisamente inaspettata, e per quanto possa inizialmente sembrare qualcosa di banalmente passabile e trascurabile, fa sicuramente dispiacere vedere come delle produzioni potenzialmente perfette per questo tipo di modalità la stiano scartando per lasciare spazio a metodi di gioco più in voga, soprattutto per chi ci è cresciuto, videoludicamente parlando. Una delle tante notizie che confermano ulteriormente il declino di un modo di giocare che unificava ed offriva la possibilità per i videogiocatori di giocare davvero assieme, e che ormai sta definitivamente scomparendo, sicuramente anche a causa dell'evoluzione del mezzo videoludico, ma che non lesina nel lasciare con un po' di amaro in bocca chi vorrebbe, ancora, rivivere le classiche "partite a casa dell'amico" che hanno caratterizzato l'infanzia di moltissimi.

 Fonte: Polygon.com

Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica