Rilasciato un nuovo trailer per Prey

Tante nuove fasi in-game con però una protagonista femminile al centro dell'azione

scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
PS4 XONE PC
Una novità inaspettata Una novità inaspettata

Prey è un titolo che, fin dal suo primissimo annuncio nel corso della conferenza E3 di Bethesda, è riuscito nel non facile compito di conquistarsi le attenzioni di tutto il pubblico, sia di coloro che avevano già avuto modo di giocare al capitolo originale sia di chi, al contrario, pensa tutt'ora che Prey sia una nuova IP nata grazie ai ragazzi di Arkhane Studios. Quando alla Gamescom ne uscì poi il primissimo video-gameplay, i videogiocatori non poterono che rimanere affascinati dalle interessantissimi potenzialità del titolo, il quale metteva in mostra alcune idee non poco originali, quali la possibilità da parte del protagonista di trasformarsi in un qualche oggetto dello scenario per risolvere dei puzzle ambientali. Ebbene, nel corso della giornata odierna, i ragazzi di Arkhane Studios hanno voluto aggiungere altra carne al fuoco rilasciando un nuovo trailer, visualizzabile a fondo news, che mettendo in mostra diverse sezioni in-game ha catturato le attenzioni del pubblico per la presenza di una protagonista femminile.

Gli sviluppatori hanno quindi voluto spiegare che il protagonista di quest'intrigante avventura survival horror, conosciuto con il nome di Morgan Yu, potrà essere sia un maschio che una femmina, a seconda delle preferenze del videogiocatore. Detto questo, gli sviluppatori ci hanno tenuto a precisare che i cambiamenti, in tal senso, saranno unicamente estetici, quindi non aspettatevi sezioni di gioco inedite, diramazioni della trama uniche o poteri particolari posseduti solo da una delle due versioni del protagonista.

Augurando buona visione a tutti i nostri lettori, vi ricordiamo che Pray arriverà su Playstation 4, Xbox One e PC nel corso di un generico 2017.

Luca Di Carlo

Sono un grande amante di videogiochi, cartoni animati, fumetti e dolci che preferisce passare la giornata a videogiocare piuttosto che a studiare per i corsi d'esame all'università; essendo anche un grande casanova, ho scoperto il mio primo vero amore dopo aver attaccato la spina della mia Playstation 1 alla corrente.