Rilasciato Red Dead Revolver in digitale su PS4

Il primo capitolo della serie fa finalmente il salto verso la nuova generazione.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PS4
Il titolo padre di Red Dead Redemption torna, su PS4! Il titolo padre di Red Dead Redemption torna, su PS4!

Tutti, o quasi, hanno avuto il piacere di giocare a Red Dead Redemption, uno dei titoli più importanti della scorsa generazione videoludica, nonché considerato uno dei migliori titoli di Rockstar e dell'intera storia videoludica: un capolavoro senza tempo, che univa perfettamente i suoi elementi andando a creare un western interattivo di spessore mai più eguagliato.

Ciò che molti non sanno, però, è che questo titolo non nasce come elemento a sé stante, ma è figlio di un titolo più sconosciuto, meno rinomato ma di vitale importanza per la creazione del capolavoro Rockstar: stiamo parlando di Red Dead Revolver. Fu un titolo rilasciato nel lontano 2004, solido e di ottima fattura, con un livello di sfida molto alto e graficamente di ottimo livello, ma che evidentemente a causa di elementi decisamente inusuali per i canoni soliti di Rockstar, tenne lontani molti videogiocatori, facendolo cadere nel dimenticatoio in poco tempo. 

Ora, dopo tanto tempo, avrà la possibilità di rivivere di nuovo, grazie ad un nuovo rilascio del gioco nello store digitale di PlayStation 4. Infatti, dopo un erronea pubblicazione iniziale nel PlayStation Store australiano a metà settembre, il gioco è stato definitivamente rilasciato, ed è disponibile al costo di 14,99 Euro, includendo trofei, la funzione di remote play, il supporto per il secondo schermo e la definizione a 1080p

Dopo Primal, questa sarà un'occasione fondamentale per tutti i videogiocatori di recuperare un titolo sicuramente sottovalutato e oscuro a molti, ma di forte importanza per la creazione di uno dei capolavori del videogioco contemporaneo, non solo perché offre una backstory di tutto rispetto alle vicende di Redemption, ma anche perché il titolo in sé offre dei tributi e citazioni di spessore allo Spaghetti-Western anni '60, al suo stile visivo e alle colonne sonore evocative, grazie anche all'uso di brani del leggendario Ennio Morricone. Insomma, anche qui, un titolo assolutamente imperdibile.

Fonte: Polygon.com

Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica