Annunciata la data d'inizio per la Closed Beta di Gwent

Tra pochi giorni la possibilità di giocare il titolo su console Microsoft.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PS4 XONE PC
I giocatori potranno provare a breve il gioco! I giocatori potranno provare a breve il gioco!

Il free-to-play basato sul Gwent era un titolo che parecchi fan stavano aspettando, sin dal suo annuncio ha fatto felici molti videogiocatori, e CD Projekt è stata ben contenta di annunciare questo gioco, creando una certa aspettativa nei suoi confronti, a tal punto che anche il nostro Riccardo ha avuto modo di provare e spiegare a tutto tondo qual è stata la sua esperienza giocandolo in anteprima alla Gamescom, con risultati decisamente soddisfacenti.

E' giunto quindi il momento che il titolo mostri, è proprio il caso di dirlo, le proprie carte anche al resto dei videogiocatori, e infatti arriva puntualissimo l'annuncio della data d'inizio Closed Beta per il gioco: essa sarà in vigore solo su Xbox One e PC, e partirà dal prossimo 25 ottobre. Sarà possibile iscriversi alla Beta semplicemente immettendo i propri dati attraverso il sito ufficiale di Gwent, e la registrazione sarà possibile anche dopo l'inizio della Beta stessa. Gli inviti saranno strutturati "a ondate", quindi chi non lo riceverà alla prima volta potrebbero averlo comunque successivamente.

Purtroppo i possessori di console Sony saranno leggermente interdetti dalla cosa, in quanto ancora non è stata rivelata una data precisa né per il rilascio né tantomeno per una Beta, ma già sapevamo dall'E3 del privilegio che Microsoft avesse in questo senso, quindi conviene mettersi l'anima in pace. Detto questo però, questa Closed Beta sancisce l'inizio del "periodo caldo" per questo gioco, che comincia a formarsi in maniera più consistente e si avvicina sempre più alla sua pubblicazione effettiva. La curiosità è tanta, chissà se il pubblico riceverà tanto bene il gioco e se sarà valido come ci si aspetta.

Fonte: GameInformer.com

Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica