Rivelati due nuovi controller third-party per PS4

Razer e Nacon mostrano al pubblico i rispettivi nuovi pad.

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PS4
Un paio di dispositivi nuovi per la console Sony! Un paio di dispositivi nuovi per la console Sony!

Sony ormai ha cominciato seriamente a puntare forte sull'hardware di PlayStation 4, non solo attraverso gli upgrade effettuati con la versione Pro (comunque piuttosto discutibili), ma anche per la volontà di introdurvi nuove piattaforme come il VR, atta ad offrire esperienze nuove e di più ampio respiro rispetto alla concezione più classica di gaming. 

Microsoft però, qualche tempo prima, aveva dato la stoccata iniziale, producendo e dando ai giocatori la possibilità di videogiocare con pad alternativi, come l'Elite Controller, un hardware avente molteplici funzioni aggiuntive, atte a conferire un'esperienza di gioco più completa e coinvolgente a chi avesse l'ardire di acquistarlo (ricordiamo il prezzo estremamente alto di questo pezzo di tecnologia, di circa 150 Euro). Ora, è proprio Sony a fare il passo avanti, che attraverso un post sul blog ufficiale dell'azienda pubblicizza non uno, ma due nuovi controller, rispettivamente prodotti da Razer e Nacon (riportati sopra sulla foto in copertina)

Il primo di questi è il Razer Raiju, un pad dal design molto aggressivo e spigoloso, che sembrerebbe essere studiato per avere un'anima da eSports. Andiamo ad elencare alcune features di questo hardware da gioco:

  • Due tasti frontali aggiuntivi e due dorsali staccabili;
  • Pannello di controllo incluso nella parte frontale del controller;
  • Interruttori trigger-stop e attiva-trigger per una risposta dei dorsali ancora migliore;
  • Due profili personali scambiabili e personalizzabili in ogni momento;
  • Jack da 3.5mm per l'headset e jack dedicato al volume e al muto del microfono;
  • Gomme per gli stick analogici staccabili per una presa migliore durante le sessioni di gioco;
  • Compatibilità per tutti i sistemi PS4 attraverso il cavo USB da 3m staccabile.

Il secondo invece è il Nacon Revolution Pro, che si presenta con un'estetica molto diversa, più morbida e tondeggiante, più vicina al DualShock classico che tutti conosciamo, ma comunque con grosse possibilità di personalizzazione:

  • Stick analogici a 46° di ampiezza, potenziati per una miglior precisione con un firmware innovativo;
  • Quattro shortcut aggiuntive;
  • Pad a 8 direzioni;
  • Quattro profili personali configurabili attraverso la companion app disponibile su PC, che permetterà ai giocatori di rimappare i tasti, assegnare macro alle quattro shortcut e bilanciare la sensibilità degli analogici e dei dorsali;
  • Due compartimenti interni con sei pesi aggiuntivi, per un miglior feeling;
  • Compatibilità per tutti i sistemi PS4 attraverso il cavo USB da 3m staccabile.

Insomma, anche Sony vuole fare il passo avanti, offrendo hardware alternativi a tutti i giocatori più esigenti, proseguendo quindi sulla falsa riga della controparte Microsoft. Queste alternative saranno sicuramente una novità gradevole per chi ha costantemente criticato il DualShock 4 ed avrà ora modo di avere qualcosa in più dalla propria console; al di là quindi dei fattori estetici, questi risultano essere due controller molto interessanti e con rispettivi punti a favore di alto livello. Peccato anche qui per un eventuale e molto probabile costo elevato di entrambi, che anche qui relegheranno l'uso di questi hardware ad un'elite di persone di fascia economica più alta. Se si riuscirà a soprassedere sulla cosa, risulteranno essere dei controller molto validi e capaci di soddisfare i fortunati acquirenti.

 Fonte: Kotaku.com

Anthony Gatto

Anthony è un ragazzo che nutre una passione viscerale per i videogiochi sin da piccolo e che ha deciso di farne un lavoro, in cui mettere in risalto il suo amore per una forma d'arte che lo accompagna ormai da sempre e condividere con tutti la voglia di discutere e confrontarsi sull'arte videoludica