Ecco perché in Horizon Zero Dawn non è possibile controllare le macchine

Un'intervista a Samrat Sharma spiega questo punto cruciale del gameplay

scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
PS4
Uno sguardo approfondito alla funzione di Override Uno sguardo approfondito alla funzione di Override

In una recente intervista al produttore Samrat Sharma di Guerrilla Games, Kotaku ha avuto la possibilità di porgli alcune interessanti domande sulla natura e sul funzionamento dell'Override, aspetto essenziale nelle dinamiche di gioco di Horizon Zero Dawn.  Tutta l'intervista si è basata su una questione ampia e complessa, ovvero perché il nostro controllo sulle macchine è così limitato. 

"Ogni macchina ha il suo scopo nel gioco" ha detto Sharma, "con l'Override non cambia lo scopo per cui esistono, ma solo la loro fedeltà. Smettono di considerare te una minaccia e, invece, considerano chi ti attacca un nemico. [...] Se sono Vedette, continueranno a controllare l'ambiente; se sono Corsieri, correranno veloci, anche se sarete sulla loro schiena.".

Ogni scelta operata in questo senso è stata guidata dall'attinenza alla lore. Il team ha tenuto tutto ciò che è attinente al mondo di gioco; tutto ciò che può distrarre il giocatore è stato eliminato.

"Horizon Zero Dawn per noi parla della scoperta e Aloy sta scoprendo il mondo intorno a sé e la sua storia personale. Vuole aiutare le persone, è empatica [...]; non è un'agente del caos, non è lì per seminare discordia, ma per trovare il suo posto nel mondo. Deve ancora realizzare l'idea di poter usare l'Override e di essere l'unica a poterlo fare (fino a un certo punto).".

Le motivazioni di una simile scelta, quindi, sono più che comprensibili se consideriamo Aloy come una giovane donna che cerca la sua strada spinta dalla curiosità per qualcosa di immensamente più grande di lei, e non come qualcuno che vuole "creare caos, vedere cosa succede e trarne profitto.". Cosa ne pensate? Vi sembra una spiegazione plausibile? Siete d'accordo con le motivazioni o avreste comunque voluto avere più potere?

Claudia Mannavola

Laureata in comunicazione, da sempre appassionata di libri, serie tv e videogames. Cresciuta a pane e Tomb Raider, mi destreggio fra action RPG e puzzle games, passando volentieri dal platform. Toglietemi tutto ma non i Naughty Dog.