Aspramente criticate le microtransazioni di For Honor

Il game director risponde alle critiche sulle microtransazioni e gli utenti non la prendono bene infiammando il sub-Reddit del gioco

scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
PC XONE PS4
Quanto ci costano questi addobbi virtuali? Quanto ci costano questi addobbi virtuali?

Su Reddit negli ultimi giorni ci sono state numerose lamentele riguardo i prezzi delle microtransazioni in For Honor; durante l'ultima diretta di Ubisoft Montreal il game director, Damien Kieken, ha voluto rispondere a queste critiche suscitando un accesa risposta della community.

Il titolo soffre di molte problematiche, forse la più grave tra queste è la stabilità dei server, questo ha accresciuto il malcontento tra gli utenti che ora si sono trovati ad osservare le microtransazioni sotto un diverso punto di vista quando un utente di Reddit ha fatto due conti. L'operazione ha portato a scoprire che alll'utente medio, calcolando due ore di gioco per 5-6 giorni a settimana, occorrerebbero due anni e mezzo per ottenere l'Acciaio (valuta del gioco) necessario a comprare tutti i cosmetici del gioco attualmente presenti. Questi infatti se scambiati per soldi reali avrebbero un valore di circa 700 dollari.

Ovviamente gli untenti hanno rimarcato l'eccessivo costo degli elementi cosmetici e il game director si è espresso con parole forse non troppo azzeccate, praticamente buttando altra benzina sul fuoco.

Certo che, se da una parte si tratta di elementi superflui al gioco, For Honor è pur sempre un gioco che si acquista, non gratuito, e Ubisoft potrebbe aver tarato male il costo delle microtransazioni. Intanto il sub-Reddit dedicato si è riempito di commenti amari o cinici riguardo al supporto del titolo post-lancio.

 

Fonte: vg247

Lorenzo Gaetani

Un amante del Fantasy in tutte le sue sfumature, all'inizio coltivata attraverso la lettura, poi i primi computer, i primi giochi e la passione per questo nuovo mezzo narrativo. Inizia a macinare ore di gioco con classici come Aladdin, Diablo 2 e l’immortale Age of Empires 2. Arrivano altre piattaforme e altri videogiochi, ma i generi preferiti sono sempre gli RPG, adorando letteralmente, titoli recenti che hanno unito al fantasy classico le atmosfere cupe di Lovecraft come Darkest Dungeon e Dark Souls Saga.