Il director di Assassin's Creed Origins parla delle dimensioni della mappa

Ma la grandezza della mappa è davvero ciò che importa?

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
XONE PS4 PC
Assassin's Creed Origins: le dimensioni della mappa contano davvero? Assassin's Creed Origins: le dimensioni della mappa contano davvero?

Attorno ad Assassin's Creed Origins si sta creando un alone di curiosità, soprattutto perché la saga si è preso un "anno sabbatico" per ritornare in forma. Dall'E3, la gente ne parla e noi stessi gli abbiamo dedicato un'anteprima. E, come sempre quando si tratta di open world, una delle questioni che incuriosisce di più è legata alla grandezza della mappa di gioco. 

Ashraf Ismail, il director, in un'intervista a gameinformer dichiara che è difficile paragonare la mappa di questo Assassin's Creed a quella di un qualsiasi altro precedente, perché ogni progetto è diverso. Anche se afferma di esser sicuro che la mappa di questo è più grande di quella di Assassin's Creed IV: Black Flag. Aggiunge: "Credo di poter dire che la mappa è almeno il doppio di Havana, di Black Flag. Almeno". 

Sempre secondo il director: "Le dimensioni contano davvero poco, quello che importa è il contenuto e l'esperienza che si prova nell'esplorare il mondo di gioco. Ed è per questo che abbiamo inserito molte quest secondarie e reso ogni città unica e diversa dalle altre". Insomma, meglio una mappa più piccola e piena, che una enorme e un po' vuota. Restate aggiornati per sapere le ultime news. 

Emanuele Modestino

Appassionato di cinema, videogiochi, fumetti e con una grande passione per la scrittura, cosa che mi ha portato a voler diventare un redattore per KingdomGame. Videogioco fin da bambino, principalmente su PlayStation, e i miei generi preferiti sono: survival horror, action rpg e soulslike, senza però disdegnare nessun genere.