The Order: 1886 ispirato ad Uncharted 2

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PS4

Ru Weerasuriya, co-fondatore di Ready at Dawn, ha parlato ai microfoni di Eurogamer dichiarando che la compagnia è stata fondata principalmente per sviluppare The Order: 1886, ma ha anche rivelato che a dargli una certa ispirazione è stato il secondo capitolo della serie Uncharted sviluppato da Naughty Dog.

"Con il secondo capitolo della serie il team ha creato un titolo che è riuscito a lasciare nel giocatore le emozioni che ne deriva da un blockbuster Hollywoodiano," Weerasuriya ha poi continuato "Non stiamo cercando di emulare Uncharted 2 momento per momento. Stiamo semplicemente cercando di ricreare le stesse emozioni e il senso di divertimento che dava quel dato gioco. L'intrattenimento che è disponibili in grandi blockbuster Hollywoodiani o nei piccoli film indie."

Sempre sull'argomento il co-fondatore si è espresso in merito alla situazione attuale nel mondo videoludico: "I giochi non lo fanno abbastanza. Spesso si ottiene semplicemente una sessione di gameplay ove il giocatore va sempre avanti senza ricevere veramente grandi emozioni. Uncharted 2 invece dava davvero tanto. Qualcosa che quando finivi il gioco ti faceva capire quanto fosse bello. Quando lo finivi pensavi solo che ne volevi altro. Questo è quello che voglio. Questo è quello che intendo per "gioco". Questo è quello che ci ha ispirati a farlo."

The Order: 1886 è uno sparatutto in terza persona in esclusiva per PlayStation 4. Attualmente il gioco non è stato ancora datato.

Domenico De Martino

Nel mondo dell’editoria digitale praticamente da sempre, cresce a pane e news per poi espandere i propri confini con recensioni, anteprime, speciali e rubriche. Gioca fin dalla tenera età ma solo con il tempo etichetta il mondo del gaming e della tecnologia ad arte, nel senso più stretto del termine. Non disdegna le console Microsoft e Nintendo ma la Sony avrà sempre un posto speciale per lui. Con gli anni si da anche al PC Gaming che ad oggi reputa il essenziale. Amante degli Adventure e degli Sparatutto, ha un occhio di riguardo anche per RPG in stile giapponese, gli Action e ultimi, ma non ultimi, gli Indie Games. La sua parola preferita è “Epico”.