Bungie sorpresa dalle critiche attorno alle dimensioni di Destiny

Parole di fuoco da parte del Direttore di Produzione!

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PS4 XONE
Le dimensioni contano ? Le dimensioni contano ?

Circa un mese fa partiva ufficialmente la beta dell'attesissimo Destiny, il nuovo titolo di Bungie, software house famosa per la serie di Halo e, ancora prima, del piccolo capolavoro conosciuto come Oni.

Sin dai primi minuti di gioco nella beta, però, l'utenza aveva iniziato a storcere il naso su una cosa in particolare, ovvero la possibilità di visitare ed esplorare un solo luogo per ogni pianeta. Lo studio rispose rapidamente a queste critiche e, dopo un mesetto, il Direttore di Produzione di Bungie, Jonty Barnes, è tornato sull'argomento in una recente intervista rilasciata per Eurogamer.

"Se devo essere onesto, mi fa uscire di testa questa cosa, perché è il gioco più importante e grande che abbiamo mai fatto" ha detto forse con un pizzico di amarezza Jonty, aggiungendo inoltre: "Io non credo che le persone riescano a comprendere la profondità e la quantità di gameplay presente in Destiny." 

"Non capisco neppure come la gente possa avere preoccupazioni di questo tipo, quando potrebbero riflettere su questo e sulla quantità di pianeti e di gameplay che andremo ad aprire."

Non sta perdendo il sonno di sicuro, ma Destiny è certamente il progetto più ambizioso di Bungie. Di nuovo Barnes: "E' un gioco enorme: sudore e sangue, anche. E' stato un enorme impegno per tutti noi. E se volete fare un confronto con tutto quello che abbiamo fatto prima di Destiny con quest'ultimo, sicuramente volete scherzare."

Come dargli torto? Effettivamente le opinioni si sono basate solo su una porzione del gioco finale, vale a dire sulla beta. Maledetto motore dell'hype che macina aspettative su aspettative!

Appuntamento allora al prossimo 9 Settembre, quando Destiny arriverà su Xbox 360, Xbox One, PlayStation 3 e Playstation 4 e noi di Kingdom Game saremo pronti a recensirlo!

 

 

Federico Baglivo

Federico “il Fed” Baglivo è un gamer sin dal 1988 quando, alla tenera età di due anni, ebbe il primo incontro ravvicinato del terzo tipo con un NES. Da quel giorno, la passione per i videogames è cresciuta a tal punto da arrivare a definirsi un gamer sostenitore dell’arte videoludica. A volte si diletta nel Game Designing e nel Game Programming, e nel tempo libero studia Informatica, ascolta musica metal e legge libri fantasy.