Dying Light è il miglior gioco di zombie? Scopritelo con noi

È tempo di tirare le somme, indecisi se passare la notte tra gli zombie di Dying Light? Eccovi la nostra videorecensione!

scritto da
Vota questo articolo
(5 Voti)
PS4 XONE PC
Videorecensione non morta Videorecensione non morta

Dopo il DLC gratuito di Assassin’s Creed Unity: Dead Kings e il fin troppo serioso Saints Row IV Re-Elected, continuiamo ad offrirvi la versione video delle insostituibili recensioni scritte. Vi ricordiamo che le nostre videorecensioni durano sempre meno di cinque minuti, queste sono infatti un riassunto di ciò che trovate nell’articolo dedicato. In questo modo potete ricavare le informazioni essenziali in video brevi e senza tempi morti.

Questa volta tocca a Dying Light, il titolo a base di zombie di Techland che ci ha stupito, principalmente per ciò che lo sviluppatore polacco è riuscito a realizzare. Non fatichiamo ad etichettare Dying Light come vera e propria evoluzione di Dead Island. Diversi sono gli aspetti in comune, ma molte sono anche le migliorie. Se volete sapere quali e se volete scoprire se lo abbiamo incoronato il miglior gioco di sempre a tema zombie, non vi resta che leggere la nostra recensione oppure la videorecensione in calce a questa news!

Vi invitiamo come al solito a condividere con noi le vostre opinioni. Avete giocato a Dying Light? Cosa ne pensate? Siete d’accordo con noi? Ditecelo sulla nostra pagina Facebook oppure contattando direttamente @RixRR!

La nostra videorecensione di Dying Light
Riccardo Rossi

Videogiocatore fin dall’infanzia, ancora innamorato di Final Fantasy X e dei Giochi di Ruolo a turni. Affascinato dagli emotional game in grado di trasmettere sensazioni al giocatore. Da amante dei Free Roaming e del post apocalittico lo si può ancora trovare disperso nella Zona Contaminata della Capitale intento a portare a termine l’ennesima partita a Fallout 3. Felice di chi porta innovazioni e nuove esperienze ludiche nel settore. La passione per i videogiochi ha incontrato quella della scrittura, da anni si diletta come redattore. L’esperienza con KingdomGame.it l’ha portato ad accamparsi fuori dagli uffici milanesi di distributori e publisher pronto per partecipare agli eventi stampa, dove è possibile trovarlo regolarmente pad e microfono alla mano.