La data d'uscita della versione retail di Dying Light slitta di qualche giorno

A quanto pare, i videogiocatori dovranno aspettare più del previsto.

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PS4 XONE PC
L'eterna attesa L'eterna attesa

Poche ore fa la Koch Media Italia, filiale italiana del Gruppo europeo leader nella produzione e distribuzione di prodotti per l'intrattenimento digitale, ha rilasciato un triste annuncio che colpirà al cuore molti videogiocatori, dichiarando ufficialmente che la versione retail di Dying Light sarà disponibile solo a partire dal 6 marzo e non dal 27 febbraio come precedentemente annunciato. Qui di seguito potete leggere il comunicato completo:

"La nuova data di uscita riflette la volontà da parte di Koch Media, distributore del gioco per l'Italia, di valorizzare al meglio il titolo soprattutto in termini di capillarità nella distribuzione. Un leggero ritardo nei processi di duplicazione ha, infatti, reso necessario spostare di qualche giorno l'uscita sugli scaffali per poter rispettare i canoni distributivi e la capillare e uniforme presenza del prodotto su tutto il territorio nazionale.

Dying Light è un entusiasmante survival action in prima persona ambientato in un vasto e pericoloso open world dilaniato da un'apocalisse zombie. A diverse settimane di distanza da una misteriosa epidemia, in seguito alla quale centinaia di migliaia di persone sono morte a causa dell'infezione stessa o del caos che ne è scaturito, l'unica speranza per i sopravvissuti è che le istituzioni sviluppino presto una cura mentre teorie della cospirazione prendono sempre più il sopravvento sulla città. L'alternanza tra il giorno e la notte diventerà uno dei punti cardini dell'intero gioco. Durante il giorno, i giocatori si troveranno, infatti, ad affrontare un ambiente urbano invaso da una feroce epidemia, alla ricerca di tutto ciò che possa tornare utile alla costruzione di armi per difendersi contro la crescente popolazione infetta. Di notte, il cacciatore diventerà, però, la preda, poiché è il momento in cui gli infetti diventano ancora più aggressivi e pericolosi. I più spaventosi sono i predatori che appaiono solo dopo il tramonto. I giocatori dovranno utilizzare tutto quello che è in loro potere per sopravvivere fino all'avvento della prima luce del mattino."

Insomma, sembra proprio che l'epopea di Dying Light non sia ancora finita e che i videogiocatori saranno costretti a stringere i denti qualche giorno in più del previsto. Ricordiamo a tutti i nostri lettori che Dying Light è però attualmente disponibile in digital download su Playstation 4, Xbox One e PC. In attesa della copia fisica, non perdetevi la nostra recensione sul titolo, che ci ha davvero sorpresi. 

La nostra videorecensione di Dying Light
Luca Di Carlo

Sono un grande amante di videogiochi, cartoni animati, fumetti e dolci che preferisce passare la giornata a videogiocare piuttosto che a studiare per i corsi d'esame all'università; essendo anche un grande casanova, ho scoperto il mio primo vero amore dopo aver attaccato la spina della mia Playstation 1 alla corrente.