Il remake di ZombiU in arrivo su PS4, Xbox One e PC

Ubisoft tenta la via digitale per far conoscere ai videogiocatori uno dei suoi brand più innovativi di questa generazione

scritto da
Vota questo articolo
(4 Voti)
PS4 PC XONE WII U
L'atmosferà horror sarà ancora al centro dell'azione di gioco L'atmosferà horror sarà ancora al centro dell'azione di gioco

ZombiU, survival horror sviluppato da Ubisoft Montepellier per Wii U, è pronto ad indossare nuove vesti e dar vita ad un remake dedicato ai giocatori di Xbox One, PC e PlayStation 4.

Si chiamerà semplicemente Zombi questa nuova versione e sarà distribuito esclusivamente in formato digitale sui rispettivi store online. In questa nuova edizione, Ubisoft vuole tentare la via della potenza hardware, migliorando la realizzazione tecnica e reinventando alcune meccaniche di gioco utilizzabili in maniera esclusiva sulla console di Nintendo.

Originariamente lanciato nel 2012, ZombiU ha ricevuto pareri piuttosto positivi in merito all’atmosfera di gioco e alle innovazioni in ambito gameplay.

"Sapevamo fin dall'inizio che il mantenimento della tensione e il feeling originale era una delle sfide principali, il modo in cui è stato presentato ZombiU su Wii U non può essere riprodotto altrove", dice Hélène Henry, produttore di Zombi. La mappa che in precedenza era disponibile al giocatore sullo schermo del GamePad, in questa versione è stata spostata sullo schermo principale, mantenendo un HUD minimo, per quanto possibile. "[la mappa] scompare quando non richiesto, dando al gioco una sensazione di solitudine. Se si dispone di un impianto surround, il mix di suoni dell’originale aiuta notevolmente nell'immersione. Per quanto possibile, abbiamo cercato di mantenere gli elementi chiave".

"Inoltre, si è registrato un leggero aumento nel campo visivo," aggiunge Hélène Henry, "ed i giocatori possono aumentarlo o diminuirlo un po ', se vogliono, ma non così tanto da eliminare quella sensazione di claustrofobia. Alcuni lavori sono stati anche eseguiti in merito alla mappatura del metodo di controllo e per migliorare l'aspetto grafico del movimento in prima persona."

"Abbiamo mantenuto l'idea centrale di essere sempre vulnerabili", continua Henry, "Frugando nello zaino il gioco continua a non andare in pausa. Abbiamo aggiunto un pulsante dedicato per accedere direttamente allo zaino, il quale permette ai giocatori di vedere il proprio inventario completo e assegnare dei tasti di scelta rapida. "

Secondo Hélène, la cosa più importante per preservare l’esperienza in Zombi è "il senso generale di claustrofobia, e il non sapere cosa verrà dopo - almeno per i nuovi giocatori". Nella nuova versione di Zombi sono stati eseguiti alcuni piccoli miglioramente tecnici, velocizzati i tempi di caricamento ed eseguite piccole modifiche al sistema di gioco.Il tempo maggiore sembra essere stato speso per mappare il metodo di controllo e renderlo intuitivo, senza snaturare l’atmosfera originale.

In Zombi tornerà la famosa mazza da cricket, alla quale faranno compagnia una pala in grado di colpire più zombi contemporaneamente e una mazza in grado di causare più danni ed offrire più chance per i colpi critici. Anche la torcia ha subito un ridimensionamento, potendo scegliere di optare per un fascio di luce più ampio, ma dal consumo maggiore della batteria, la quale successivamente richiederà 30 secondi di tempo per essere ricaricata. Infine, assente per ovvie ragioni tecniche dovute alla mancanza del GamePad sulle altre piattaforme, la modalità multigiocatore non sarà disponibile.

Zombi sarà rilasciato su PC, PlayStation 4 e Xbox One nel solo formato digitale, a partire dal 18 agosto 2015.

Trailer ufficiale di Zombi per PC, Xbox One e PS4
Federico D'Aco

'Old-School' è il termine che più lo rappresenta. Amante dei vecchi classici per console e computer, ha un debole per i titoli e le piattaforme targate Nintendo, alle quale non riesce proprio a dire di no. Qualcuno fra gli amici più stretti afferma di averlo visto possedere e giocare con console targate SEGA, Sony e Microsoft, ma le prove non sono ancora state pubblicate.