BlizzCon 2015 - Blizzard conferma che Overwatch non sarà Free to Play

Nonostante le prime impressioni, ci saranno due versioni a pagamento

scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
PC XONE PS4
Lancio globale sia su PC che su console! Lancio globale sia su PC che su console!

Ebbene si, durante il BlizzCon 2015 è arrivata la conferma, nonostante le iniziali ipotesi, Blizzard ha annunciato che Overwatch non sarà un gioco Free to Play, ma dovrà essere acquistato come un normale titolo sia su PC che su console Xbox One e PlayStation 4. La compagnia ha inoltre svelato due edizioni del gioco, sarà disponibile la Origins Edition, che comprende tutti i 21 personaggi giocabili, cinque skin che danno indizi sulle storie dei vari eroi e bonus applicabili ad altri titoli di Blizzard, come un pet di World of Warcraft. La Collector's Edition invece conterrà tutti gli elementi dell'altra versione più una statua di bronzo del personaggio Soldier: 76, una soundtrack ed un source book.

Parliamo adesso invece dei prezzi, Blizzard ha confermato che su PC sarà disponibile una versione diciamo "normale" al prezzo di 40$, questa è esclusiva e non approderà su console, che invece dovranno "accontentarsi" dell'Origins Edition che costerà 60$ su tutte le piattaforme. La Collector's Edition invece costerà 129.99$ e sarà disponibile per PC, PlayStation 4 ed Xbox One. Blizzard ha anche svelato tre nuovi personaggi, uno è il famoso Ninja robotico apparso in rete qualche tempo fa chiamato Genji, poi c'è D.VA che comanda un robot, ed infine abbiamo Mei che utilizza poteri del ghiaccio. Prima di salutarvi vi ricordiamo che il gioco è atteso per la primavera del 2016, inoltre potete leggere il nostro provato di Overwatch cliccando su qui.

Francesco Giordano

Amante dei videogiochi da quando era bambino, ha iniziato la sua avventura con un Commodore 64. La sua prima esperienza nel mondo della redazione invece risale a qualche anno fa, saltando di sito in sito fino ad arrivare a Kingdomgame. I suoi generi preferiti sono i Giochi di Ruolo Giapponesi, Dungeon Crawler e di Avventura. Conosce anche qualche MMO, soprattutto quelli gratis, visto che non dovendo pagare se ne approfitta e, almeno per provare, li scarica. Pericolosissimi sono i giochi dove si possono creare personaggi, di solito tende a cancellare e iniziare nuovamente la partita per provare tutte le classi o altro, terminando tardi o proprio mai alcuni titoli.