Star Wars: Battlefront gira a 60 fps molto stabili

Sembra che, almeno per quanto riguarda il fronte grafico, potremo dormire sonni tranquilli...

scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
PS4 XONE PC
Voi da che parte state? Voi da che parte state?

Sappiamo bene che i colleghi di Digital Foundry sono specializzati in confronti grafici tra le varie versioni dei videogiochi più acclamati e discussi. A pochi giorni dal suo lancio ufficiale sul mercato internazionale, il titolo più chiacchierato non può che essere Star Wars: Battlefront. Da un'accurata analisi a cura di Digital Foundry è emerso che il nuovo fps targato Electronic Arts gira a 60 fps in modo molto stabile.

Gli analisti hanno testato una versione per Playstation 4 e i responsi sono più che positivi: sembra che DICE abbia apportato modifiche ancora maggiori rispetto al frame rate che gli utenti hanno potuto testate durante il periodo della beta. Leggiamo sul sito:

"Abbiamo un frame rate a 60 fps estremamente stabile. Non è perfetto - alcuni duplicati spuntano qua e là in alcune situazioni - ma il livello di performance generale è notevolmente solido, ben lontano da Battlefield 4. DICE ha raggiunto livelli di stabilità al pari di Metal Gear Solid 5 e Halo 5".

Infine, gli autori del sito hanno sottolineato che l'analisi in questione è stata operata su una sessione di gioco a 30 giocatori, non al massimo di 40 che il titolo promette di supportare. Ulteriori considerazioni verranno fornite in seguito. Di certo, però, si tratta di una bella notizia dopo il flop grafico dell'attesissimo Fallout 4.

Gabriele Laurino

Sono Gabriele, ma chiamatemi pure Gabbo. Universitario, stagista radiofonico e aspirante giornalista. Appassionato ovviamente di videogames, ma anche di cinema, letteratura, serie tv, anime, manga e comics. I generi videoludici che amo di più sono i gdr, i picchiaduro, gli sportivi e i free roaming. Il mio videogioco preferito in assoluto è indubbiamente Kingdom Hearts. Il mio obiettivo, al momento, è farmi strada in questo settore, in modo da poter unire l'esperienza giornalistica alla passione per i videogames.